MARTEDÌ 03 DICEMBRE 2019, 05:00, IN TERRIS

Per prosperare, cambiare i connotati alle banche

RAFFAELE BONANNI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Banca
Banca
S

ono anni che in Parlamento pressoché tutte le forze politiche presentano proposte di legge sulla separazione di banche di affari dalle banche commerciali, ma non succede nulla e i cittadini non conoscono questo importante problema, giacché non c’è dibattito pubblico sul tema. Le proposte depositate, richiedono di non consentire alle singole banche di esercitare attività commerciali e nello stesso tempo la attività di trading, cioè di essere anche banca d’affari. Questa importante esigenza viene dal fatto, per esempio, che se una banca accoglie risparmi dei clienti di una città, o di una Nazione, quei soldi devono essere reinvestiti nella stessa città, nello stesso paese. Questa limitazione che si vuole imporre alle banche, è per fare sì che le stesse dispongano l’impiego di prestiti ad imprese e famiglie nello stesso luogo in cui risparmiatori li depositano. Oggi questo non accade, perché gli istituti di credito per guadagnare di più impiegano le risorse disponibili nelle piazze di affari presenti nel mondo. Il fenomeno è pericoloso ed estremamente penalizzante per le comunità locali: è come se in un territorio ricco di fiumi, di laghi e di mare, con la conseguente forte evaporazione delle acque, le nubi che si formano vengano spostate forzatamente nella parte opposta del monte, trasformando un territorio ricco di acque in un ambiente arido e desertico. Questo comportamento deviato delle banche, potenzialmente, con il suo carattere piegato solo alla speculazione, volge sempre alle spericolate bolle che si creano in finanza, e che portano alle crisi di sistema come la crisi scoppiata nel 2008; e noi paghiamo prima non potendo contare sulla concessione di credito e poi dopo pagando salatamente l’immancabile crack. Non è un caso che la separazione dei ruoli fu già decisa negli States a ridosso della crisi di Wall street del 1930 con la ‘Glass steagall act, ed in Italia nel 1936. Ma successivamente alla fine degli anni 80 Clinton sciaguratamente la abrogò riportando il calendario allo stato ante 1930. Così qualche tempo dopo è stata abrogata anche in Italia. Anche questa vicenda dimostra l’assoluta distrazione della politica dalle vicende vitali. In Parlamento, nei talk show, nelle piazze si incita allo scontro sulle futilità, ma non sui nodi vitali delle comunità. Mi viene il sospetto che un po’ ci sono e un po’ ci fanno. Diversamente le cose andrebbero in altro modo nel nostro Paese: gli interessi popolari sarebbero tutelati davvero. Insomma  bisogna cambiare i connotati alle banche se vogliamo prosperare

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La bandiera italiana sventola sul Palazzo del Quirinale, 30 maggio 2018 - Foto © Tony Gentile per Reuters

Italia senza previsioni

Il rapporto del CENSIS, la Fondazione presieduta dal sociologo cattolico Giuseppe De Rita, ha messo, come di consueto,...
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Cristiani filippini in preghiera
FILIPPINE

Anno pastorale: "Ecumenismo, dialogo interreligioso e popoli indigeni"

Vescovi: "La Chiesa esorta i fedeli a collaborare con persone di altre religioni e culture per la pace"
Alluvioni e fiumi in piena in Burundi
METEO

Il maltempo mette in ginocchio il Burundi: già 28 morti

Nove Paesi dell'Africa orientale stanno subendo gli effetti delle piogge con frane e alluvioni
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica
La polizia circonda il furgone Ups dopo l'inseguimento
FLORIDA

La rapina finisce in tragedia: 4 morti a Miami

I banditi fermati dopo un lungo inseguimento: due "vittime collaterali" e una donna ferita alla testa
Un bambino migrante
MIGRANTI

Quasi 6500 minori non accompagnati vivono in centri d’accoglienza

Unicef: "Altri 5000 giovani migranti e rifugiati arrivati nel nostro Paese soli sono irreperibili"

Sondaggio che va, sondaggio che viene

Abbiamo sottolineato più volte che la politica ormai è scandita da sondaggi. Bene che vada settimanali....