Le tasse a stelle e strisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

Ogni qualvolta mancano i soldi allo Stato per varie ragioni, ecco che si riparla di evasione fiscale da perseguire. Infatti qualche rossore ancora spunta nel viso dei nostri governanti, solo al pensiero di alzare ancor più le tasse già altissime: quelle dirette e quelle indirette. Peraltro, negli ultimi anni l'efficienza e giustizia fiscale si sono costantemente compromessi e, in definitiva, a pagare le tasse sono i lavoratori dipendenti, i pensionati, generalmente il ceto medio. Prendiamo gli imprenditori grandi, medi e piccoli: hanno la possibilità in tante circostanze di scaricare l’Iva, e gran parte dei guadagni d’impresa, se sono utilizzati per nuovi investimenti, sono detassati. Certamente non è una critica alle norme che incentivano gli investimenti; sappiamo che sono utilissimi allo sviluppo ma sono dannosissime le trasgressioni e le illegalità, che andrebbero puniti come reati penali. Poi ci sono coloro che poveri, denunciano un reddito inferiore a circa diecimila euro annui. Costoro godono della detassazione totale e non pagano nulla: sia quelli che guadagnano poco davvero, sia quelli che secondo le loro dichiarazioni guadagnerebbero poco ma non è così. Dunque se le cose stanno così, a pagare fino all’ultimo centesimo sono quelli che citavo prima. Ora, se il peso è su coloro che sono sottoposti alla ritenuta diretta dalla busta paga e dall’assegno da pensione, pur avendo in generale redditi medio bassi, mentre su altri può accadere ed accade, che hanno qualche possibilità di elusione o evasione, l’azione di contrasto alle illegalità non può essere all’acqua di rose.  Negli Stati Uniti le tasse sono attestate mediamente alla metà di quelle che paghiamo noi, e per la tutela dello Stato e per il rispetto per i contribuenti fedeli, l’evasione ed elusione fiscale è ritenuto  reato gravissimo punibile con la prigione. Ora ci si può girare intorno come si vuole, ma continuare in Italia a bollare il reato di evasione come un fatto amministrativo non giova al senso di giustizia, ed è uno schiaffo in pieno volto a chi rispetta la legge. Anche perché, quando sono molti coloro che non pagano, i pochi che invece si comportano diversamente, pagano per se e per altri sempre di più. Spero che le tasse italiane diventino a stelle e strisce.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.