SABATO 18 AGOSTO 2018, 05:00, IN TERRIS

La pecora affidata al lupo

RAFFAELE BONANNI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Lupo attraversa l'autostrada
Lupo attraversa l'autostrada
L

a costruzione delle opere e la loro manutenzione, devono essere in cima ad ogni proposito delle comunità, ed invece da un venticinquennio nè si costruisce nè si manutengono opere che dovrebbero essere sotto costante sorveglianza. Non esiste un’unica anagrafe delle opere, della loro vetustà, delle esigenze impellenti che hanno per la loro efficienza e sicurezza. Non conosciamo neanche le reazioni nel tempo della affidabilità dei pur imponenti e solidi precompressi di cemento utilizzati, per ponti o altre opere. Insomma credo che tra i Paesi industrializzati, siamo i più esposti alle pressioni del far niente, alla incultura della manutenzione, a polemiche solo dopo che accadono sfracelli. In definitiva a causa di una opinione ignara o depistata sapientemente su altro, l'organizzazione e la gestione delle principali infrastrutture sono affidati a privati, con concessioni discutibili, i cui termini di garanzia pubblica nessuno conosce, così come risultano nascoste le opportunità e responsabilità per le imprese. Nel tempo peraltro i termini delle condizioni, si sono decisamente spostate ancor più a favore delle imprese, che hanno fatto delle Autostrade la lo loro gallina dalle uova d’oro. Queste imprese, in definitiva, si ripagano con introiti di pedaggio che non hanno precedenti in altri Paesi; persino maggiorati negli ultimi anni con la ‘giustificazione’ di dover provvedere alla manutenzione, alla costruzione di ulteriori altri tronchi autostradali, o al loro allargamento, con la loro programmazione, progettazione e costruzione. Senza retorica, si può dire che è come affidare la pecora al lupo. Negli ultimi anni, nel silenzio più colpevole, e addirittura, senza nessuna gara, si è provveduto ad allungare per tanti anni in più la scadenza delle concessioni per meglio gestire le autostrade. C’è da chiedersi: possono esserci condizioni più vantaggiose di queste per le imprese? E dunque in questa impalcatura equivoca di affidamenti di gestione di un ‘monopolio naturale’, che si accartoccia su se stesso la corretta gestione dell’interesse pubblico? Ma il malfunzionamento autostradale, a dimostrazione delle distorsioni, riguarda anche i servizi congeniti della erogazione del carburante, della vendita delle vivande, bevande ed altri beni, a prezzi non certo morigerati. Non c’è luogo di maggior frequenza di avventori come in autostrada, eppure nessuno dei Governi si è preoccupato di immettere condizioni degne dell’interesse pubblico. Ora il nuovo Governo annuncia che farà saltare la concessione del tronco autostradale incriminato in questi giorni, ma il problema è rivederle tutte e renderle chiare agli italiani. Intanto ai viaggiatori, costa molto più il pedaggio che il carburante occorrente per raggiungere le loro mete. Speriamo dunque che il dossier Autostrade si apra e lo si gestisca nella massima pubblicità. Il problema naturalmente non è rinazionalizzare ma definire convenzioni eque e rivolte all’interesse pubblico. Vedremo cosa succederà; se siamo al teatrino oppure davvero è arrivato il tempo dell’equilibrio necessario tra libera concorrenza come garanzia dell’interesse generale sorvegliato dai poteri pubblici.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Olio d'oliva extra vergine
ALLARME COLDIRETTI

Olio: crolla il prezzo della produzione nazionale

"Le giacenze di olio straniero (spagnolo e tunisino) hanno superato i 62 milioni di chili prodotti"
Il monumento dedicato a Cristina Biagi
IL CASO

Femmincidio Biagi, l'Inps rinuncia al rimborso

La richiesta era stata avanzata alle figlie minorenni della donna uccisa dall'ex marito, che ferì un'altra...
Anthony Joshua
DIRIYYA

Boxe, ritmo e strategia: così Joshua è tornato re

L'inglese di nuovo campione dei pesi massimi: quello contro Ruiz è il match perfetto

Correte incontro al Signore con Maria Immacolata

L'Avvento è il tempo dell'attesa. “L’andare incontro al Signore”, cui ci invita la...
MILANO

Scontro bus-camion rifiuti: morta la donna in coma

Indaga la polizia locale, forse il mancato rispetto della precendeza all'origine dello schianto
La ragazza pakistana rapita - ©Asia News
ASIA

Pakistan, 14enne cristiana rapita. I genitori: "Il Papa ci aiuti"

La ragazza è stata costretta a convertirsi all'Islam e a sposare uno dei suoi rapitori
MONITO PAPALE

Francesco: "Con i populismi tornano le ideologie del '39"

Il Pontefice esorta i Paesi a "non chiudersi" e a "dialogare con la realtà". Il modello dei...
L'udienza di Papa Francesco alle Ong - ©Vatican News
UDIENZA PAPALE

Il Papa alle Ong: "L'eccesso di mezzi può anestetizzare la creatività"

Il Pontefice ha ricevuto in udienza anche l'Associazione cattolica Esercenti Cinema-Sale della Comunità
Uno squalo toro nell'acquario di Cattolica
RIMINI

Un presepe tra gli squali

Sarà possibile ammirarlo all'Acquario di Cattolica dall'8 dicembre
STATI UNITI

Sparatoria nella base militare di Pensacola, ecco gli ultimi aggiornamenti

Indagini ancora in corso, ipotesi terrorismo
johnson e corbyn nel duello in tv
BREXIT

Elezioni Gb, Johnson: "Votate me o sarà il caos"

Duello in tv sulla Bbc tra il laburista Corbyn e il premier britannico
Adolescenti con lo smartphone
ACTIONAID

"Youth for Love", l’e-game contro la violenza di genere

E' disponibile per smartphone gratuitamente e senza registrazione