La grande opera di Draghi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

Mario Draghi, prima di cedere il comando della Banca Centrale Europea alla francese Christine Lagarde, ha deciso di impiegare un importante quantitativo di miliardi per l’acquisto a basso tasso di credito dei titoli di stato e altre operazioni agevolative per il credito. Insomma ha voluto, prima di concludere la sua importante e inedita esperienza a Francoforte, rimarcare per l’ultima occasione la sua politica creditizia che tanto bene ha fatto agli europei, soprattutto agli italiani e altri paesi che, avendo un debito alto, hanno potuto risparmiare grandemente sui tassi creditizi. Mario Draghi nell'occasione dell'annuncio di questa operazione, ancora una volta ha spronato le banche a incrementare i prestiti ad imprese e famiglie, prestiti finora centellinati. Ma il Governatore della Bce, dovrebbe sapere che finché non si esclude la possibilità per le banche di gestire insieme impieghi di denaro per la speculazione finanziaria e per il credito commerciale, i banchieri preferiranno guadagnare in più per il trading anziche prestare denaro per i mutui a favore delle famiglie e per le imprese.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.