MERCOLEDÌ 26 GIUGNO 2019, 05:00, IN TERRIS

L'inciviltà di certi giornalisti

RAFFAELE BONANNI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
M

i è capitato ieri, come in altre occasioni: arriva un giornalista con cameraman sotto casa, e suona perché avrebbe deciso di farmi un'intervista. Suona il campanello, come se fosse a casa sua; nessun appuntamento fissato tra noi; nessun contatto precedente a questo; per lui tutto normale e dovuto. Stigamtizzo l’accaduto e mi lamento perché non ci si comporta così. Risponde che non avendo il mio numero di telefono, non avrebbe potuto fare diversamente. "Pazienza" ho pensato! La dinamica, seppur sgradevole, devo ammettere che non è stata pari ad altre situazioni altrettanto incivili e irrispettose di ogni codice etico. Più volte è anche capitato - dopo essere sbucati all'improvviso, aver puntato il microfono quasi dentro la bocca e la cinepresa addosso sugli occhi - con tono alterato hanno chiesto: "È vero che...". Se poi protesti per l'inciviltà al confine con l'illegalità, ti rispondono che funziona così e che chi svolge una funzione pubblica deve sottostare a queste regole non scritte. Da molto tempo, riflettendo su queste vicissitudini, sono riuscito a darmi una risposta sulla crisi e sulla confusione imperante nel sistema di informazione, che è pari a quella dell’ambiente politico. Continuerò a credere che dove non c’è rispetto e attenzione per il buon senso e la legge, l'incivilizzazione si espanderà a macchia d’olio.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dispersione scolastica
RAPPORTO OXFAM

Cresce la dispersione scolastica

L'appello: "Il nuovo Governo investa nell’istruzione pubblica"
Italiani di seconda generazione
MIGRANTI

Istat: “I nuovi italiani sono oltre 1,3 milioni"

I bambini di seconda generazione costituiscono il 13% della popolazione minorenne
Il giornalista Angelo Paoluzi

È scomparso Angelo Paoluzi, firma del giornalismo italiano

Direttore di Avvenire, è noto il suo impegno per un'informazione cattolica
Migranti
MIGRANTI

Nuovi sbarchi a Lampedusa, hotspot in emergenza

Un centinaio di persone arriva direttamente in porto, il centro è sovraffollato. Altre 109 a bordo di Ocean Viking
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
GOVERNO CONTE BIS

Decreto legge ambiente: sconti per chi rottama auto fino Euro4

Misure contro il consumo di plastica e per una mobilità sostenibile. Dal 2020 taglio 10% dei sussidi dannosi
OCSE

Crollano le richieste d'asilo in Italia: -58% nel 2018

Il dato nel rapporto annuale dell'Ocse "Migration Outlook". Lo scorso anno accolte oltre il 30% delle domande
La stazione Centrale di Milano
MILANO

Aggredisce militare e grida "Allah Akbar": "Volevo essere ucciso"

Espulso dalla Germania, non risulterebbero legami con il terrorismo. L'uomo, irregolare in Italia, è yemenita
Poligono di tiro

Quattro milioni di italiani armati

Cresce del 4% all'anno il numero di cittadini che hanno in casa un fucile o una pistola, quasi sempre per uso sportivo. Porto...
Delfino
ANIMALI

Non solo l'uomo: la resistenza agli antibiotici colpisce anche i delfini

Uno studio mette in luce i trend in linea con quelli dell'uomo.
Pirateria online
REATI ONLINE

Operazione europea contro le tv pirata: "spenta" Xtream Codes

Arrestato a Salonicco il fondatore e gestore della piattaforma. Solo in Italia gli utenti erano 5 milioni
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella - Foto © Wiki
LAVORO

500 mila imprese: cantiere per la Roma del prossimo decennio

Giornata di dibattiti al Tempio di Adriano con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella sul futuro della capitale
Simboli religiosi
DIALOGO INTERRELIGIOSO

"Liberiamoci dai fardelli della diffidenza che sfociano nell’odio"

L’arcivescovo di Matera-Irsina nel suo saluto alla delegazione interreligiosa di ebrei e musulmani