DOMENICA 13 OTTOBRE 2019, 05:00, IN TERRIS

Così stanno le cose, se ci pare

RAFFAELE BONANNI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Calcoli in corso
Calcoli in corso
I

l nostro Governo ha messo al lavoro i soliti tecnici della Ragioneria dello Stato, per trovare occasioni di incameramento di risorse nelle casse dello Stato, e c’è da giurarci sopra, essi porteranno sulla scrivania dei decisori governativi ogni possibilità di racimolare soldi da angoli nascosti, da superfici da raschiare, ed anche espedienti necessari utili a conteggiare virtuali introiti, pur di far tornare i conti ed evitare che continui a crescere il debito pubblico. Naturalmente nel mirino della ragioneria, per la premitura con nuove tasse palesi o occulte, ci sono i soliti obiettivi : i salari, le pensioni, le abitazioni ed gli immobili in generale. Infatti questi sono gli obiettivi privilegiati, perché si prestano formidabilmente alla esigenza di avere velocemente nuovi introiti: appena vari la legge, immediatamente si ottengono entrate. E siccome salari e pensioni sono sottoposti al sistema del sostituto di imposta per erogare direttamente dalle buste paghe e dall’Inps per le pensioni, tutto si svolge con la celerità necessaria. Così vale per gli immobili: sono lì, tutti censiti ed in grande mostra; in modo tale che possono essere obiettivi facili per la spremitura. Ma il grande problema per il Governo, è quello di aver promesso solennemente di non caricare ulteriormente i cittadini di altre tasse. Ma come si sa da tempo, tutti i governi degli ultimi 20 anni hanno fatto promesse da mercanti. Accadrà che allora per indorare la pillola amara, si deciderà di punire tutto quello che apparirà ‘cattivo’ dalla attualità del momento: i carburanti ed altro che appaiono più tossici e dannosi per l’ambiente, ricchezze vere o presunte di questa od altra categoria di persone, ed altre cose del genere. Ma è sicuro: la parte portante della manovra di bilancio riguarderà salario pensioni, beni immobili. 

Si dirà che la situazione è complicata e che l’Europa è rigida e non ammette deroghe, ma la verità accertata che se i governi si impegnassero di più ad aumentare il PIL ed a spendere di meno, i debiti che abbiamo si mangerebbero meno soldi che i soliti tassati potrebbero risparmiare. Non è esagerato dire che sembra che i governi si alternano, ma nessuno di questi come risultato ci porta la riduzione del debito, ma deficit in più. Così stanno le cose, se ci pare.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il ponte crollato
FRANCIA

Crolla un ponte a nord di Tolosa: muore 15enne

Un camion e due auto sono precipitati nel fiume, nove i feriti
Area archeologica del Tempio di Apollo Aleo, a Crotone
CROTONE

Maxi retata contro i "tombaroli": 23 arresti e 80 indagati

Recuperati numerosi reperti archeologici per un valore di diversi milioni di euro
Forma di Parmigiano Reggiano
DAZI USA

Vendite in calo del 20% per il Made in Italy

Lo denuncia Coldiretti: "E' sempre più urgente l’attivazione di aiuti compensativi"
I soccorsi
CALIFORNIA | USA

Spara durante una festa in giardino: è strage

Almeno quattro morti e sei feriti a Fresno, sconosciuto movente e killer
Ambiente

L’ambiente

In un mondo come quello in cui viviamo è necessario che in ognuno di noi cresca l’attenzione sui problemi...
Dissesto idrogeologico
EMERGENZA MALTEMPO

Dissesto idrogeologico, giovedì in Consiglio dei ministri

132 frane, 125 alluvioni, sei erosioni costiere nel piano governativo di difesa del territorio
Cristiano Ronaldo
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

Ronaldo non si ferma: a un passo da quota 100

Con la rete al Lussemburgo il portoghese tocca 99 gol in nazionale. Il record assoluto di Ali Daei (109) è nel mirino
Gli stabilimenti ex Ilva
EX ILVA

ArcelorMittal, ultimatum delle aziende dell'indotto

Gli autotrasportatori mordono il freno e chiedono il saldo delle fatture. Boccia: "Senza scudo penale non si firma...
Emergenze a Venezia, Roma e Firenze
MALTEMPO

Da Venezia a Roma: piene, pioggia e vento sull'Italia

Acqua alta a 150 cm nella Serenissima, ora in discesa. A Firenze rischio piena dell'Arno, disagi a Roma e in Alto Adige

La luce di Carlotta

Mi ha colpito molto la descrizione della chiamata di Levi, della chiamata di Zaccheo, fatta da padre Marko...
Militari cinesi a Hong Kong
ASIA

Hong Kong, Pechino schiera i militari

I soldati cinesi hanno aiutato a ripulire le strade della città dai rifiuti lasciati al termine delle proteste
Sabato e domenica forti piogge
METEOROLOGIA

Allerta rossa in 3 Regioni: domani pioggia e freddo

La Protezione Civile ha diramato l'allerta arancione in altre 8 Regioni e quella gialla sulle restanti