Usa, la denuncia degli esperti: “Nel 2015 picco del tasso di suicidi tra le ragazze”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:59

L’anno 2015 si è aggiudicato un triste primato negli Stati Uniti. Infatti secondo una statistica realizzata dal National Center for Health Statistics, il tasso di suicidi tra le ragazze di età compresa tra i 15 e 19 anni ha raggiunto un picco inimmaginabile nel 2015.

Numero dei decessi raddoppiato dal 2007

Dal 2007 fino a due anni fa, il periodo in cui sono stati racconti i dati attraverso lo studio dei certificati di morte, il numero è quasi raddoppiato. Per i coetanei maschi invece non è stato così. Il 2015 infatti non è riuscito a superare il picco che si è registrato nel decennio a cavallo tra gli anni ottanta e novanta. “I dati mostrano che tra il 2007 e il 2015, c’è stato un aumento sensibile del tasso di suicidi sia per i ragazzi che per le ragazze”, ha spiegato Tom Simon, autore dello studio, alla Cnn, come riportato dall’agenzia di stampa Agi. Per i primi “l’incremento è stato del 31%”, mentre per le giovani “è raddoppiato”. Lo stesso trend non è stato registrato per gli adulti.

Perché i giovani si suicidano?

Le motivazioni che si nascondono dietro questi numeri possono essere diverse, ha detto Carl Tishler, professore associato di psicologia e psichiatria all’Università dell’Ohio. Ad esempio, alcuni casi “di overdose da oppiacei o eroina possono venire interpretati dai medici del pronto soccorso come suicidi. Ci potrebbero essere – inoltre – più suicidi legati a Internet“. E’ difficile stabile con certezza le cause, ma sicuramente, riflette ancora Simon, non c’è un fattore singolo che ha portato a questo aumento.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.