Nasce l'Osservatorio per tutelare vittime e familiari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30

Tutelare le vittime e i loro familiri e monitorare l'applicazione della recente legge sull'omicidio stradale. Sono questi gli obiettivi di Onvos, l'Osservatorio Nazionale Vittime Omicidio Stradale, presieduto dall'avvocato Piergiorgio Assumma, penalista, esperto in omicidi stradali, docente dell'Accademia della Guardia di Finanza e presso l'istituto per Ispettori della Polizia di Stato. 

Lo scopo di Onvos

L'Osservatorio – costituito da professionisti esperti della materia, come legali e docenti universitari – è nato proprio con lo scopo di rendere giustizia alle vittime della strada, prevenendo e reprimendo con giustizia il reato. Per fare ciò, Onvos offre consulenze gratuite e convenzioni con studi legali su tutto il territorio nazionale, ma anche attraverso lo studio delle norme e della giurisprudenza per promuovere iniziative istituzionali e di riforma. 

Alcuni dati

Nel 2016 si sono verificati in Italia 175.791 incidenti stradali, che hanno provocato 3.283 morti e 249.920 feriti. Nel 2017, secondo le stime, il trend è cresciuto del 3%. Le principali cause sono l'uso del cellulare, la velocità elevata e l'uso e abuso di alcol e droghe. L'Osservatorio è ora online all'indirizzo www.onvos.it. Per informazioni e contatti è disponibile il Numero Verde gratuito 800144902. 

 

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.