Miracolo di Natale a Cagliari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:26

Si ripete il “Miracolo di Natale” a Cagliari. Nulla di soprannaturale, ma una straordinaria dimostrazione di bontà ed altruismo che la popolazione cagliaritana ha dato ancora una volta. La scalinata di Bonaria, che si trova in piazza Dei Centomila, si è popolata per il 22esimo anno consecutivo di centinaia di buste e pacchi da destinare ai più bisognosi. I cagliaritani hanno regalato prodotti di necessità, cibo, dolci, vestiti e tanto altro. L'effetto visivo è stato d'impatto nonostante siano mancate, a differenza degli altri anni, le luci ad illuminare la scalinata per via di un guasto tecnico. I beni sono stati raccolti dai volontari della Caritas e saranno poi distribuiti alle persone in difficoltà che l'organismo pastorale aiuta. 

I commenti

La riuscita dell'evento è stata rivendicata da Gennaro Longobardi, presentatore televisivo ed ideatore dell'iniziativa: “Come ogni anno – ha detto il conduttore – i cagliaritani e non solo loro hanno saputo dimostrare quanto la loro generosità e il loro affetto verso chi soffre siano valori più vivi che mai. E’ meraviglioso perché centinaia di famiglie e nuclei familiari meno fortunati di altri riusciranno ad avere un sorriso ed alleviare così le sofferenze della vita”. Presente anche monsignor Arrigo Miglio, Arcivescovo di Cagliari, e don Marco Lai, direttore della Caritas diocesana. 

Non solo Cagliari

Non soltanto il capoluogo è stato coinvolto dall'iniziativa di beneficenza ma anche altri quattordici comuni sardi: Bosa, Decimomannu, Domusnovas, Guasila, Iglesias, Monserrato, Olbia, Porto Torres, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Sassari, Selargius, Sestu e Villacidro. Anche qui sono stati raccolti prodotti di prima necessità da destinare alla Caritas diocesana per i più poveri. Un modo per consentire anche a loro di vivere un Natale più sereno. Anche quest'anno, dunque, al centro “San Giovanni Paolo II”  di viale Sant’Ignazio la Caritas aprirà la sua mensa per la cena ed il pranzo del 24 e del 25 dicembre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.