“Mai più un altro caso Alfie Evans”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:20

Tante persone sono scese in piazza Bocca della Verità, a Roma, per gridare “Mai più un altro Charlie, Isaiah e Alfie!”, dal nome dei tre bambini morti negli ultimi mesi in Gran Bretagna per il distacco dei macchinari che li tenevano in vita. I manifestanti hanno raccolto l'appello dell’associazione di promozione internazionale dei diritti umani Steadfast Onlus, che ha seguito e sostenuto la famiglia Evans fornendo consulenza medica, giuridica e appoggio diplomatico nel corso della battaglia disperata per salvare la vita al piccolo Alfie.

L'appello alla politica

“Ogni giorno bambini muiono come Charlie, come Alfie e come Isaiah” ma non suscitano lo stesso clamore mediatico. Questa la denuncia di Emmanuele Di Leo, presidente di Steadfast Onlus. A proposito della cittadinanza che le autorità italiane hanno concesso ad Alfie, Di Leo ha commentato: “L'Italia si è dimostrata ancora una volta un Paese di accoglienza, che crede in determinati valori”.

Il presidente di Steadfast ha annunciato che l'obiettivo della manifestazione è anche quello di creare una rete, dal basso, per poter intervenire in soccorso di famiglie di bambini in difficoltà, desiderose di trovare per loro un'alternativa e farli curare. “Siamo qui per dire alla politica – ha detto Di Leo – che noi ci siamo e che comunque agiremo, speriamo che la politica ci dia gli strumenti per aiutare altre famiglie”. Egli ha poi sottolineato che con l'approvazione delle Dat, simili situazioni di scontro tra le famiglie e il personale medico potrebbero presentarsi anche in Italia, per questo secondo lui la legge sul Biotestamento “va abolita”.

Meloni: “Senza valori, non c'è Europa”

Sul palco è salita anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, che ha detto: “Siamo stati fieri di essere italiani quando lo Stato italiano ha concesso la cittadinanza ad Alfie Evans per consentire che i suoi genitori potessero continuare a curarlo contro una gran Bretagna i cui medici volevano per forza staccare la spina. Se l'Ue smette di credere nei suoi valori fondanti tra cui c'è la sacralità della vita, l'Europa semplicemente non esiste più“. Insieme alla Meloni, presenti anche Alfredo Mantovano, ex sottosegretario e membro del centro studi Livatino, Paola Desideri, vicepresidente dell'associazione Mitocon Onlus, Alessandro Pagano e Simone Pillon, senatori della Lega, ed Elisabetta Gardini, eurodeputata di Forza Italia.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.