L'impegno della ong italiana nei centri migranti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Si è concluso in Libia il progetto della ong Emergenza Sorrisi intitolato “Assistenza sanitaria ai migranti e alla popolazione libica” realizzato insieme alla National Center of Disease Control del Ministero della Sanità libica. L’iniziativa, finanziata dalla Cooperazione Italiana, è incentrata sul servizio di assistenza sanitaria multi specialistica per la popolazione dei centri per migranti e rifugiati di Tripoli. L’intervento mirava a migliorare le condizioni igienico-sanitarie, psicosociali e nutrizionali della popolazione dei tre centri migranti e della popolazione libica residente nelle aree vicine. Le azioni proposte miravano da un lato a rafforzare la presenza sanitaria e psicologica nei tre centri migranti e dall’altra a rafforzare la capacità operativa del personale sanitario in loco.

L'ambasciatore d'Italia a Tripoli ha espresso apprezzamento per l'eccellente lavoro svolto da Emergenza Sorrisi, commentando: “Il miglioramento delle condizioni umanitarie dei migranti nei centri gestiti dal governo libico è una componente centrale del modello italiano a sostegno degli sforzi libici per contrastare il traffico di esseri umani e meglio rispondere all'emergenza migratoria. Siamo l'unico Paese a dare risposte concrete ai bisogni dei migranti in Libia e delle comunità che li ospitano, e abbiamo scelto di farlo con le ong italiane in considerazione della loro efficacia e competenza”. “Grazie al finanziamento del governo italiano, Emergenza Sorrisi ha voluto portare la propria esperienza e capacità di formazione professionale favorendo percorsi di crescita come già avviene negli altri Paesi dove opera. Proprio perchè sappiamo quanto la Libia sia attualmente un contesto difficile e sicuramente spinoso abbiamo sentito il dovere morale e professionale di aiutare questi nostri vicini che patiscono da anni un autentico 'calvario'“, sottolinea Fabio Massimo Abenavoli, presidente di Emergenza Sorrisi, stilando un bilancio positivo dell'iniziativa umanitaria appena conclusa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.