Inverno demografico sempre più rigido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:38

Se ne parla spesso ultimamente, ma intanto, in attesa che alle parole seguano fatti per incrementare la natalità, i dati continuano a fotografare una crisi demografica profonda per l'Italia. Per il terzo anno consecutivo, nel 2017 si è sotto quota mezzo milione: sono stati iscritti in anagrafe per nascita 458.151 bambini, nuovo minimo storico dall'Unità d'Italia. La tendenza a scendere prosegue ormai dal 2008.

Sono oltre 15mila in meno i nati rispetto al 2016 (-3,2%) e quasi 120mila negli ultimi nove anni. Il calo si registra in tutte le ripartizioni ma è più accentuato al Centro (-5,3% rispetto all'anno precedente). Lo riferisce l'Istat. Prosegue nel 2017 anche la diminuzione della popolazione residente già riscontrata nei due anni precedenti. Al 31 dicembre risiedono in Italia 60.483.973 persone, di cui più di 5 milioni di cittadinanza straniera, pari all'8,5% dei residenti a livello nazionale (10,7% al Centro-nord, 4,2% nel Mezzogiorno).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.