In scena lo spettacolo su don Benzi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

Apoche settimane dall'undicesimo anniversario della morte di don Oreste Benzi, fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, la compagnia Piccola Piazza d'Arti porterà in scena lo spettacolo a lui dedicato, “Portami a casa”.

Lo spettacolo

L'appuntamento è per questa sera, sabato 13 ottobre, ad Imola, presso il teatro comunale dell'Osservanza di via Venturini. Si tratta di uno spettacolo-concerto animato dai ragazzi e dalle ragazze che compongono la compagnia teatrale della Comunità Papa Giovanni XXIII. Immagini, recitazione e musica si confondono in uno show che vuole far ripercorrere agli spettatori il cammino di don Benzi, un prete di strada che ha scaldato i cuori di tante persone grazie al suo impegno quotidiano e concreto e che ancora oggi continua ad essere ricordato con affetto e gratitudine. “Portami a casa” consente di apprezzare buona musica dal vivo e stimola un momento di riflessione più profonda su temi importanti, in particolare, quello dell'aiuto e la vicinanza agli ultimi; un aspetto, quest'ultimo, che ha caratterizzato l'esistenza e la missione sacerdotale di don Benzi.

L'intento

Con lo spettacolo, gli organizzatori si sono posti l'obiettivo di raccontare con il linguaggio dell'arte lo straordinario cammino di condivisione ed accoglienza del sacerdote che ha salvato migliaia di donne costrette alla schiavitù della prostituzione. L'ingresso in teatro sarà ad offerta libera: il ricavato verrà destinato a sostenere le attività della Comunità Papa Giovanni XXIII che don Benzi fondò a Rimini 50 anni fa e che ancora oggi opera in tutto il mondo, presente in ben 42 Paesi. Il nome dello spettacolo, “Portami a casa”, è stato scelto per ricordare un appello che un giovane con problemi rivolse a don Benzi. L'esibizione artistica viene rappresentata da diversi anni anche nelle scuole e contribuisce a tenere ulteriormente viva la memoria dell'impegno verso il prossimo che ha caratterizzato tutta l'esistenza del fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.