In Italia si diffonde il volontariato d'impresa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:18

Il volontariato d'impresa sta diventando un fenomeno di rilievo anche qui in Italia. Si tratta delle iniziative di aziende che promuovono la partecipazione diretta dei propri dipendenti alle attività benefiche organizzate da ordini religiosi, enti no profit o istituzioni locali.

I numeri

A certificare quest'aumento sono le statistiche pubblicate dalla Fondazione Sodalitas, fondazione di Assolombarda nata nel 1995 proprio per mettere – come si legge sul loro sito – a disposizione della “società civile i punti di forza della cultura d’impresa”. Secondo la ricerca, il 61% delle imprese italiane ha partecipato a iniziative di volontariato e lo ha fatto in maniera continuativa. Risulta significativo il fatto che buona parte di esse siano di piccola o media grandezza, segno che quindi non sono soltanto i colossi industriali a dedicarsi ad attività benefiche. Dall'indagine della Fondazione Sodalitas emerge poi quali sono le modalità preferite per fare beneficenza: al primo posto c'è la sostituzione del tempo lavorativo con quello impiegato per fare volontariato. Quasi il 90% delle aziende impegnate in attività benefiche, infatti, sceglie quest'opzione consentendo ai dipendenti di scalare dai turni obbligatori le ore in cui si è svolto qualcosa di socialmente utile. Seguono, poi, le donazioni in denaro (65%), la messa a disposizione di prodotti o materiali (51%) o di spazi (34%).  

Le finalità

Adriana Spazzoli, presidente di Sodalitas, ha indicato nel “sostegno a progetti non profit”, nello “sviluppo di reti sociali che portano valore nel territorio” e nel “consolidamento della reputazione aziendale” i principali obiettivi che si prepongono di perseguire le imprese che scelgono di intraprendere questa strada. Da non sottovalutare, poi, l'impatto positivo provocato da tali iniziative nei dipendenti che si sentono socialmente utili e più stimolati a lavorare per l'azienda di appartenenza. Sempre dall'indagine della Sodalitas, infatti, emerge come il 60% delle aziende che fanno questa scelta riscontrano successivamente una maggiore partecipazione nelle pratiche quotidiane, il 49% sottolinea un'atmosfera decisamente migliore sul luogo di lavoro, il 38% vede svilupparsi il team working. Infine il 28% delle aziende avverte un consolidamento del legame tra dipendente e brand. Quella del volontariato d'impresa, dunque, è una scelta di responsabilità sociale che porta considerevoli risultati positivi, su più fronti, sia per chi ne usufruisce, sia per chi la pratica.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.