I 20 anni di “Salvamamme”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:00

Compie 20 anni “Salvamamme“, l'associazione che si occupa di aiutare le famiglie in condizioni di disagio e le donne in fuga vittime di violenza. Per 100 famiglie, grazie all'ultimo progetto “Nursery in Rete 2.0 & i bambini crescono”, ci sarà' la possibilità di comporre e ottenere un intero corredo di abiti nuovi.

Nella sede dell'associazione, in via Bernardino Ramazzini a Roma, all'interno della Croce Rossa, sono previsti gli interventi della presidente Grazia Passeri e della presidente onoraria Barbara De Rossi, ma anche di Debora Diodati, presidente Croce Rossa Italiana Area Metropolitana di Roma Capitale, di monsignor Paolo Lojudice, vescovo della diocesi di Roma Sud e  dei principi Carlo di Borbone delle Due Sicilie, la sorella Beatrice, le figlie Maria Carolina e Maria Chiara, e la principessa Camilla che, dopo gli importanti riconoscimenti internazionali Humanitarian Award della Un Women for Peace Association e il Peace Jam Visionary Award, sarà nominata ambasciatrice del Salvamamme nel mondo.

Il principe Carlo di Borbone, che presiede il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, ha voluto sostenere concretamente due iniziative di Salvamamme, “La Valigia di Salvataggio” e il progetto “Nursery in Rete 2.0 & i bambini crescono“. In particolare per quest'ultima iniziativa, vincitrice dell'avviso pubblico della Regione Lazio su “interventi per il contrasto delle povertà estreme e della marginalità sociale”, a partire dalle 10.40, sarà messa gratuitamente a disposizione per 100 famiglie che hanno aderito al progetto una speciale “carta moneta” dell'associazione tramite la quale potranno comporre a proprio gusto, serviti come veri “clienti” da commesse e commessi d'eccezione, un corredino per sè e i loro piccini con i capi più belli e nuovi. Per l'occasione porteranno i saluti Marta Leonori, consigliera Regione Lazio, Massimiliano Bizzozero, referente progetti sociali Fiamme Oro Rugby della Polizia di Stato e Pietro Giulio Mariani, direttore Cri Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.