Giornata mondiale del rifugiato: l’Unhcr lancia la petizione #WithRefugees

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28

In un mondo in cui la violenza costringe ogni giorno centinaia di famiglie ad abbandonare la propria casa, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) dichiara che è arrivato il momento di mostrare ai leader che l’opinione pubblica mondiale è dalla parte dei rifugiati. Questo è l’obiettivo della petizione #WithRefugees, che sarà lanciata il 20 giugno, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato. L’iniziativa chiede ai governanti di cooperare e di contribuire in modo equo a sostenere i rifugiati.

20 Giugno Giornata mondiale del rifugiato

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite scelse di celebrare questa giornata internazionale il 20 giugno in occasione dell’adozione della Risoluzione 5/76 (4 dicembre 2000), sottolineando che l’anno seguente, il 2001, avrebbe segnato il 50esimo anniversario della Convenzione sullo statuto dei rifugiati del 1951 e annunciando che l’Organizzazione dell’unità africana (Oau) aveva accettato di far coincidere la Giornata internazionale del rifugiato con l’Africa Refugee Day proprio in questa data.

La petizione #WithRefugees

La petizione #WithRefugees verrà presentata presso la sede delle Nazioni Unite a New York in vista del Summit sui Rifugiati e Migranti che si terrà il 19 settembre. La petizione chiede ai governi di:

Assicurare che ogni bambino abbia accesso all’istruzione.
Assicurare che ogni famiglia di rifugiati abbia un posto sicuro nel quale vivere.
Assicurare che ogni rifugiato abbia la possibilità di lavorare o di acquisire nuove competenze per poter dare un contributo positivo alla propria comunità.

Lo spot

Anche l’Italia ha aderito a questa petizione. Sono previsti numerosi eventi che si svolgeranno su tutto il territorio dal 20 giugno al 19 settembre. Tra questi:

L’Unhcr Italia ha realizzato uno spot di sensibilizzazione con Alessandro Gassmann, Ambasciatore di buona volontà, che è stato presentato l’8 giugno al Maxxi – Museo nazionale delle arti del XXI secolo – a Roma durante la conferenza stampa di presentazione degli eventi promossi dall’Alto Commissariato.

A Roma è stata organizzata la Mostra fotografica #WithRefugees presso la Galleria Alberto Sordi dall’11 al 25 giugno. La Mostra è aperta dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21 e la domenica dalle 9.30 alle 21 con ingresso libero.

A Napoli, in collaborazione con i Centri Europe Direct campani (CEICC, ASI e LUPT) e il Tavolo di Cittadinanza del Comune, sono state organizzate una serie di iniziative che si terrano il 20 giugno, a partire dalle 13.00 fino alle 21.00, al Maschio Angioino. L’evento si aprirà con il saluto del Sindaco De Magistris al quale seguiranno altri interventi – qui ricompreso quello del Rappresentante della Commissione Europea Italia, Beatrice Covassi – una tavola rotonda e un gruppo di lavoro. La giornata si chiuderà eventi musicali di artisti migranti e napoletani.

A Firenze si terrà il concerto per la Giornata Mondiale del Rifugiato promosso dall’Unhcr. La Visarno Arena di Firenze ospiterà di nuovo la maratona musicale #WithRefugees durante la quale si esibiranno, a partire dalle 17.30, Marlene Kuntz, Ministri, Il Teatro degli Orrori, IoSonoUnCane, Paolo Benvegnù, Piotta, Mau Mau, Selton, Sandro Joyeux, Verano, C+C=Maxigross, General Stratocuster & The Marshals e Cosmo. Inoltre quest’anno il concerto si arricchirà della performance di Noah Stewart e Sacha Puttnam che eseguiranno una versione inedita di “You’ll never walk alone”. Il concerto sarà anche un’occasione di condivisione: verranno raccontate sia storie di chi è stato costretto a fuggire dal proprio paese, sia esperienze di integrazione e accoglienza in Italia.

Sempre il 20 giugno si terrà anche a Roma un concerto in onore della Giornata mondiale del rifugiato, presso la chiesa di Santa Maria ai Monti, in via della Madonnina dei Monti. L’evento inizierà alle 19.30 e gli artisti che si esibiranno saranno Alaa Arsheed al violino, Isaac de Martin con la chitarra e Nicola Barbon al contrabbasso.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.