Fino al 17 giugno la campagna “Dona una vita di sorrisi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:35

Continuerà fino al prossimo 17 giugno la campagna “Smile House Italia – Dona una vita di Sorrisi” lanciata dalla Fondaazione Operation Smile Italia Onlus, ativa da quasi 20 anni nel trattamento di patologie congenite cranio-maxillo-facciali. Lo scopo è quello di raccogliere fondi al fine di ottimizzare e potenziare, anche sul territorio nazionale, il trattamento di malattie serie e invalidanti come la palatoschisi, la labiopalatoschisi e la labioschisi, comunemente nota come labbro leporino

La traccolta fondi

La campagna sarà attiva fino al 17 giugno: con un sms o una chiamata al numero solidale 45586 sarà possibile, attraverso una donazione di 2, 5 o 10 euro, contribuire a cambiare la vita di un bambino nato con malformazioni al volto che trasformano attività semplici e naturali come parlare, mangiare e, in alcuni casi, persino respirare in un percorso ad ostacoli

I centri di Milano e Roma

I fondi raccolti attraverso la campagna, in particolare, permetteranno di potenziare i servizi e le attività delle Smile House di Milano e di Roma – due centri multi-specialistici per il trattamento delle patologie congenite cranio-maxillo-facciali nati all’interno di due ospedali pubblici, il San Paolo di Milano ed il San Filippo Neri di Roma – garantendo gratuitamente ai piccoli pazienti e alle loro famiglie importanti servizi come lo screening prenatale, l’assistenza alla nascita, cure pre-chirurgiche e chirurgiche, consulenza nell’allattamento, trattamenti odontoiatrici, assistenza logopedica e assistenza psicologica. Il trattamento corretto delle patologie congenite cranio-maxillo-facciali richiede, infatti, il coinvolgimento di numerosi specialisti per un lungo periodo di tempo: nascere con una malformazione al volto significa avere problemi di suzione nei primi giorni di vita, di linguaggio nella fase della crescita e, nei casi più gravi, anche respiratori.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.