Dallo spazio allo sport, dilaga la nuova colonizzazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:03

Il continente nero parla sempre più cinese. Attraverso l'acquisto sostematico delle materie prime e la costruzione di infrastrutture, Pechino estende la propria area di influenza sui paesi del terzo mondo. In particolare le nazioni africane sono sempre più plasmate, economicamente e culturalmente, sulla colonizzazione cinese. Il ministro etiope per l'Innovazione e la Tecnologia, Getahun Mekuria, ha elogiato la cooperazione tra Etiopia e Cina nello sviluppo delle scienze spaziali.

Nello spazio

In un'intervista a Xinhua, Mekuria ha ricordato la collaborazione del ministero dell'Innovazione e della Tecnologia di Addis Abeba con la controparte cinese per formare ingegneri spaziali etiopi e contribuire al lancio in orbita del primo satellite del Paese africano. “L'Etiopia e la Cina godono di solidi e variegati legami- ha sottolineato il ministro etiope-. A dimostrazione di questi rapporti, il primo satellite spaziale etiope è stato lanciato dalla Cina il 20 dicembre. Pechino ha già contribuito a formare 20 ingegneri spaziali etiopi sia in Cina che in Etiopia avvalendosi di personale cinese esperto. Questi ingegneri etiopi dovrebbero svolgere un ruolo fondamentale nel funzionamento del primo satellite spaziale dell'Etiopia”. Il centro di controllo e comando del satellite lanciato dalla Cina, riferisce l'Ansa. si troverà in Etiopia all'osservatorio spaziale di Entoto, l'unica struttura simile presente in Africa orientale e situata alla periferia della capitale Addis Abeba, sul monte Entoto, che si eleva fino a 3.200 metri di altitudine.

Risparmio di valuta estera

Una folta delegazione etiope, composta da funzionari di alto rango del governo di Addis Abeba e di varie personalità della comunicazione e della cultura, si è recapata per assistere al lancio in orbita del primo satellite del Paese africano. “Questo nuovo satellite sviluppato con il sostegno della Cina aiuterà l'Etiopia a risparmiare valuta estera, estremamente necessaria al Paese e attualmente spesa per ottenere informazioni da satelliti di proprietà straniera”, ha precisato Mekuria. Una volta divenuta operativa, la sonda dovrebbe permettere all'Etiopia di risparmiare circa 350 milioni di birr (circa 11 milioni di dollari) all'anno, attualmente spesi per ottenere informazioni da satelliti di proprietà di altri Paesi. Il satellite Etrss-1, secondo il ministro etiope, sarà utilizzato per raccogliere dati e fornire una serie di servizi in vari settori, compresa la trasformazione agricola, il monitoraggio delle risorse forestali, le previsioni meteorologiche, la valutazione del potenziale minerario, nonché lo sviluppo e il monitoraggio delle infrastrutture.

Lo sport come ponte

“I legami tra Ruanda e Cina nel settore dello sport stimoleranno gli scambi e apriranno le menti dei giovani ruandesi”, ha detto a Kigali Didier Shema Maboko, segretario permanente del ministero dello Sport del Ruanda, in occasione del campionato nazionale di kung-fu (Wushu) del Paese. Maboko ha dichiarato che grazie alla cooperazione a lungo termine tra Ruanda e Cina un numero crescente di persone sta praticando il kung-fu nel Paese dell'Africa centrale. L'alto funzionario ruandese ha dichiarato che il ministero ritiene che la cooperazione nello sport con altri Paesi e regioni incoraggerà i giovani ruandesi a intraprendere attività fisiche e a conoscere culture da altri Paesi, come per il kung-fu cinese. La competizione annuale è organizzata dall'Istituto Confucio all'Università del Ruanda e dalla Federazione Kung-fu Wushu del Ruanda con il sostegno dell'Ambasciata cinese in Ruanda. Xing Yuchun, consigliere politico dell'ambasciata cinese in Ruanda, ha detto che la Cina ha fornito un grande sostegno alla Federazione Wushu del Ruanda, mentre un numero sempre maggiore di ruandesi sono interessati e praticano il kung-fu. Xing ha aggiunto che il kung-fu può promuovere notevolmente gli scambi culturali e la comprensione reciproca tra i due popoli, osservando che la Cina continuerà a fornire il supporto necessario per il kung-fu e altri scambi tra le due parti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.