Allarme suicidi: aumentati del 33% tra il 1999 e il 2017

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:24

Negli Stati Uniti i casi di suicidio sono aumentati del 33 per cento tra il 1999 e il 2017. Secondo le statistiche, gli americani hanno il doppio delle probabilità di morire per suicidio, di quante ne abbiamo di finire vittime di un omicidio, spiega Usa Today. Secondo i dati allarmanti raccolti dai Centers for Disease Control and Prevention, gli enti di controllo sulla sanità pubblica americana, lo scorso anno le morti volontarie sono state oltre 47mila. Nella fascia di età compresa tra i 10 e i 34 anni, il suicidio è la seconda causa di morte su suolo statunitense. E' stato inoltre rilevato che a scegliere di porre fine alla propria vita siano maggiormente le persone che vivono in aree rurali, con un aumento del 53%. Il suicidio è negli Stati Uniti la decima causa di morte.

Le morti per overdose

Inoltre, lo scorso anno, circa 70.420 americani sono morti per overdose, rispetto ai circa 63.630 dell'anno precedente.  Numeri che hanno un impatto diretto sul calo dell'aspettativa di vita a livello nazionale che si ferma a 78,6 anni. “L'aspettativa di vita fornisce un'istantanea della salute generale della nazione e queste statistiche sono un campanello di allarme: stiamo perdendo troppi americani, troppo presto e troppo spesso, per condizioni prevenibili”, ha affermatoil direttore del Center for Disease Control and Prevention, Robert Redfield. “Dobbiamo lavorare tutti insieme per invertire questa tendenza, perché i cittadini possano vivere più a lungo e in condizioni più sane”. 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.