Pacchi dono, il viaggio della solidarietà nelle periferie d’Italia

L'associazione Salvamamme e la squadra di rugby delle Fiamme Oro della Polizia di Stato unite ancora una volta a sostegno dei più bisognosi. Che, spesso, sono fin troppo vicini a noi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:00
Polizia pacchi dono

In questo difficile frangente segnato dalla pandemia da Covid-19 e dalle nefaste conseguenze economiche e sociali della stessa la solidarietà e l’altruismo devono costituire un baluardo fondamentale ed imprescindibile per superare in sinergia questa terribile epoca divenendo nel contempo una società migliore e più inclusiva in ossequio ai valori più profondi ed autentici del Santo Natale.

Pacchi dono

Tanto premesso, come ogni anno dall’ormai lontano 2014, anche in quest’anno che ci ha duramente segnato, l’associazione Salvamamme e la squadra di rugby delle Fiamme Oro della Polizia di Stato rinnovano la proficua collaborazione che li porta in prima linea per la consegna di pacchi dono alle persone che risiedono nelle zone più periferiche delle nostre città. In particolare, la presente campagna, quest’anno ha preso avvio da Ostia ed ha consentito la distribuzione di oltre mille pacchi dono attraverso il fondamentale ausilio degli operatori del I Reparto Mobile della Polizia di Stato che, dopo la partenza dalla caserma S. Gelsomini, hanno portato i pacchi natalizi nei luoghi maggiormente simbolici della città quali ad esempio Tor Vergata, Corviale, Ostia Nuova e La Storta.

Salvamamme, Salvabebè

Questa fulgida iniziativa, posta in essere in un momento così particolare esprime in maniera impeccabile ed esemplare il motto Esserci Sempre coniato in occasione della cerimonia di fondazione della Polizia di Stato in quanto sintetizza perfettamente la missione di servizio e di prossimità al Cittadino che tutti gli appartenenti a questa Amministrazione espletano ogni giorno con encomiabile dedizione al dovere. In seconda istanza merita un ringraziamento speciale l’associazione “I Diritti Civili nel 2000, Salvamamme Salvabebè” che, attraverso una pregevole opera espletata con dedizione da oltre quindici anni, opera per la salvaguardia e la tutela di mamme e famiglie in condizioni di grave disagio economico e sociale attraverso azioni a 360 gradi tese a salvaguardare la stesse.

Un sostegno necessario

Infine, alla luce di quanto precedentemente esemplificato, è fondamentale che ognuno di noi sostenga questa lodevole iniziativa secondo le rispettive possibilità affinché in questo Santo Natale che ci apprestiamo a vivere durante questo periodo connotato dall’epidemia da Covid-19, si possa aiutare chi sta attraversando un momento di difficoltà attraverso azioni connotate da empatia e altruismo in ossequio alla splendida poesia E’ Natale scritta da Madre Teresa di Calcutta: “E’ Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. E Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro. E’ Natale ogni volta che non accetti quei principi che relegano gli oppressi ai margini della società. E’ Natale ogni volta che speri con quelli che disperano nella povertà fisica e spirituale. E Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza. E’ Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere per donarlo agli altri”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.