Sopravvive al Covid e lo racconta in vignette. Testimonianza di un malato che non si è arreso

Ad ottobre al salone del libro di Torino Stefano Simoncini presenta "Il mio Covid, Vignette sul coronavirus disegnate in ospedale", edito dal Consiglio regionale delle Marche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Covid

Non si è arreso al Covid. Colpito da una forma grave della malattia, Stefano Simoncini, ex sindaco di Osimo, in provincia di Ancona. Da sempre impegnato negli scout cattolici dell’Agesci. Ha raccontato la lunga lotta contro il virus. In una serie di vignette divenute ora un libro. “Il mio Covid. Vignette sul coronavirus disegnate in ospedale“. Edito dal Consiglio regionale delle Marche. La pubblicazione sarà presentato ad ottobre al Salone del Libro di Torino.Covid

Contro il Covid

“Stefano Simoncini è uno dei primissimi eroi marchigiani del Covid 19. Per i lunghi mesi di ricovero in ospedale che ha vissuto. Prima agli Ospedali Riuniti di Torrette di Ancona. Poi all’istituto Santo Stefano di Potenza Picena. E per la tenacia con la quale ha affrontato e vinto questa terribile malattia che lo ha posto a rischio di vita in più di un’occasione“, racconta il presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Marche. Aggiunge Dino Latini: “La sua vena artistica e umoristica lo ha portato negli anni novanta ad essere il vignettista di satira politica del Corriere Adriatico di Ancona e di tan te altre pubblicazioni locali e nazionale. Non appena le sue condizioni fisiche
sono migliorate, il talento di Stefano Simoncini è rifiorito come d’incanto. E lo hanno portato ad illustrare umoristicamente ciò che stava vivendo. Cioè il Covid e le sue innumerevoli vicende umane ed amministrative. In prima persona. Nella corsia di un nosocomio.Covid

Mesi di ricovero

“Durante i mesi di ricovero non ha mai perso la sua verve. Me ne sono accorto subito le prime volte che l’ho sentito nella scorsa primavera. Dopo che era uscito da due mesi in coma farmacologico. Ed era ancora in grande difficoltà nel parlare- ricorda Latini- Si lamentava che gli infermieri gli rasavano il viso tutti i giorni. Lui che ha sempre portato una folta barba. ‘Se si preoccupa della barba, vuol tornare con entusiasmo alla vita di prima’, pensai. Le vignette di Stefano Simoncini fanno rivivere questi lunghi mesi di pandemia. Con i vari provvedimenti messi in atto per confinare la malattia. Gli sforzi delle persone coinvolte. La sofferenza dei malati. E l’enorme lavoro di medici ed infermieri, operatori socio-sanitari e personale ospedaliero. E lo fanno con ironia, con leggerezza. Ma sono anche spunti di riflessione di ciò che il mondo intero ha vissuto”.

covid
L’avvocato Dino Latini, presidente del Consiglio regionale delle Marche

Nella storia

“La sua testimonianza affiora nelle interviste– aggiunge Latini-. Nei pezzi che i mass media nazionali e locali hanno dedicato alla storia di sofferenza di Stefano Simoncini. Specialmente dopo il suo festoso ritorno a casa. Tutto ciò fa immergere il lettore nel cammino di difficoltà che migliaia di concittadini e le loro famiglie hanno vissuto. Per questo vale la pena per l’Assemblea legislativa della Regione Marche pubblicare questo volume. Perché è testimonianza viva di un periodo che rimarrà nella nostra storia. Stefano Simoncini vuole fare memoria di ciò che è stato, sia pure con ironia, che non irride la malattia e il dolore di molti. Emblematica a questo proposito una vignetta dal titolo “Commuovid”, ma ci fa pensare, anche, perché no, con un sorriso“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.