Commercio equo solidale: le migliori botteghe di Bologna

FAIR-TRADE a Bologna: quando il commercio incontra l’altruismo. Le migliori botteghe bolognesi che promuovono un’economia di giustizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

Il Commercio Equo e Solidale, o Fair Trade, è una forma di commercio basata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto, che mira ad una maggiore equità tra Nord e Sud del mondo attraverso il commercio internazionale. Si pone come obiettivo raggiungere un prezzo giusto assicurando anche la tutela del territorio, opponendosi alla massimizzazione del profitto praticata dai grandi produttori.

Il Fair Trade contribuisce ad uno sviluppo sostenibile complessivo attraverso l’offerta di migliori condizioni economiche e assicurando i diritti per produttori marginalizzati dal mercato e dei lavoratori, specialmente nel Sud del mondo.

A seguire alcune delle migliori botteghe che promuovono il fair trade a Bologna.

ALTROMERCATO – EX-AEQUO COOPERATIVA SOCIALE (www.exaequo.bo.it)

Via Altabella 7b, Bologna

Ex-Aequo è un’impresa collettiva che da più di 25 anni lavora sul territorio di Bologna per promuovere un modello di sviluppo sostenibile, solidale e inclusivo, attraverso le pratiche del commercio equo e solidale e del consumo critico. È la storica bottega di commercio equo bolognese e si impegna a 360 gradi per la promozione del consumo critico e consapevole.

Si occupano della distribuzione dei prodotti del commercio equo sul territorio, offrono servizi di catering, promuovono attività educative, culturali e di sensibilizzazione.

Tra i prodotti in vendita possiamo trovare cibi e bevande, prodotti per la cura del corpo, abbigliamento e prodotti per la cura della casa. Inoltre, forniscono un servizio di consegna a domicilio: si può comodamente ordinare dal loro sito web scegliendo tra un’ampia varietà di prodotti, in alternativa si può fare il proprio ordine via e-mail ([email protected]) o telefonando al numero  051 233588.

C’è UN MONDO (www.ceunmondo.it)

Via Guerrazzi 20/A, Bologna

La Bottega gestita dalle due imprenditici Linda Triggiani ed Emanuela Melotti nasce dalla omonima cooperativa fondata nel 2005, un’impresa al femminile gestita da sole donne.

Equo e bio, con stile e non necessariamente etnico, un luogo dove anche chi non sa cosa significhi Equosolidale abbia voglia di entrare.

C’è un mondo da scoprire in questa “bottega” di via Guerrazzi 20. Come le botteghe di una volta qui si passa dalla maglietta al cioccolato, dall’olio di argan per il viso alla tisana rilassante. Inoltre, la bottega a misura di bambino: c’è un angolo dove far giocare i bambini ed è possibile fermarsi ad allattare. Interessante la collezione di bomboniere solidali: artigianali, uniche, ogni bomboniera racconta una storia, un viaggio, una speranza.

Anche in questo caso, il loro sito ha uno shop online dal quale si può comodamente acquistare e ricevere i prodotti a domicilio.

Drogheria 53 (telefono 051 587 7120)

Via Pietralata 45, Bologna

La scelta di Rita Pareschi, la titolare, è chiara: solo Biologico ed Equo Solidale, sfuso e da produttori locali, altamente eco-sostenibile e sociale.

Gentilezza, convivialità e accoglienza caratterizzano questa piccola bottega di vicinato e torrefazione artigianale. I prodotti freschi provengono da piccole aziende rispettose della terra e dei suoi cicli naturali, aziende che privilegiano i prodotti autoctoni del territorio, molte certificate biologiche. I trasformati sono scelti con attenzione da aziende dall’impatto sociale, oltre che ambientale e il tutto è abbinato da prodotti provenienti dal circuito del commercio equo e solidale. Non dimenticate di portare la vostra borsa in tela quando andrete a visitare Rita!

Café de la Paix (www.cafedelapaixbologna.it)

Via Collegio di Spagna, 5b, Bologna

Il Café de la Paix è il primo social bar aperto a Bologna nel 2003. È un luogo unico dove si può in tutta tranquillità consumare un pasto, bere un caffè o comprare prodotti biologici, equo solidali e a km 0. Aperto dalla mattina alla sera, sette giorni su sette, propone colazioni, snack, pranzi e aperitivi. Il Café infatti non è solo un posto dove bere e mangiare ma è anche il “contenitore” nel quale la Cooperativa Iusta Res realizza progetti di inserimento lavorativo di ragazzi e ragazze in situazioni sociali svantaggiate.

L’ambiente ideale per una colazione o una merenda rilassante, con la possibilità per gli studenti di fermarsi a studiare grazie all’ampio numero di tavoli e prodotti ottimi.

In aggiunta, il comune di Bologna ha promosso un progetto molto interessante, intitolato Bologna Is Fair (www.bolognaisfair.it), il quale è stato ideato, progettato e realizzato dalle organizzazioni di commercio equo e solidale di Bologna, C’è Un Mondo ed Ex-Aequo.

Il progetto raccoglie in una mappa scaricabile dal loro sito tutte le attività della città che si impegnano a rispettare almeno 3 degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dalle Nazioni Unite ed in particolare fa riferimento a quelli ambientali, dei diritti sociali o del lavoro, della territorialità (tipicità locale e Km. 0).

L’Economia Sostenibile associata al Consumo Responsabile può arricchire il futuro di tutti. Scegliendo prodotti sostenibili e solidali miglioriamo l’economia, il pianeta e il futuro di chi si impegna a produrli.

Anna Di Cecco è una tirocinante della Cooperativa Volunteer in The World di Bologna

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.