VENERDÌ 12 APRILE 2019, 10:59, IN TERRIS

GENOCIDIO ARMENO

Turchia contro ltalia e Salvini

Approvata una mozione per riconoscere la tragedia. Ankara richiama l'ambasciatore e attacca il vicepremier

GIACOMO DE SENA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Tabellone della Camera sul voto sul Genocidio Armeno
Tabellone della Camera sul voto sul Genocidio Armeno
N

ervi tesi sull'asseo Roma-Ankara. Nelle scorse ore la Camera ha approvato una mozione unitaria che impegna il governo a “riconoscere ufficialmente il genocidio armeno e a darne risonanza internazionale”. Nessun voto contrario, 382 favorevoli, 43 astenuti (tutto il gruppo di Forza Italia). L'approvazione ha provocato le proteste turche, che già due giorni prima del voto aveva convocato l'ambasciatore italiano ad Ankara: ora giunge la forte critica del partito Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan e le accuse al vicepremier Matteo Salvini in una nota del Ministero degli Esteri turco.


Le reazioni dei deputati

Per Andrea Delmastro (Fdi) il voto della Camera è “una vittoria di un Parlamento che ha resistito alle pressioni turche che ha convocato il nostro ambasciatore ad Ankara e ha inviato l’ambasciatore turco in Parlamento per condizionare il voto”. Dal canto suo Enrico Carelli (M5s), ci tiene a sottolineare che la posizione espressa da Montecitorio “non mette in discussione l’amicizia, i buoni rapporti con uno Stato amico, ben diverso dall’Impero Ottomano”. E sempre riferendosi ad Ankara ne ha evidenziato il “ruolo strategico di porta tra Oriente e Occidente”.


L'attacco turco a Salvini

Ma in Turchia non bastano le rassicurazioni a rendere più sereno il clima. Il partito di Erdogan “condanna fermamente la mozione proposta nel Parlamento italiano sugli avvenimenti del 1915”, ha detto il portavoce Omer Celik. In questo contesto va registrato l'impegno di Salvini, manifestato lunedì scorso, contro l'ingresso della Turchia in Europa. Proprio il ministro dell'Interno italiano è ora l'obiettivo di un comunicato del Ministero degli Esteri turco che lo accusa di essere “da sempre impegnato nel sabotare i rapporti tra la Turchia e l’Italia”, come riferisce AgenziaNova. Secondo la Turchia, la mozione rappresenta “un nuovo esempio dell’uso delle rivendicazioni armene come strumento di interesse politico interno” e “non sorprende che sia stata preparata dal partito della Lega, il cui leader Matteo Salvini si è sempre impegnato nel sabotare i rapporti tra la Turchia e l’Italia”. “Ciò che sorprende e rattrista – incalza il comunicato - è che la suddetta Camera sia diventata una pedina della Lega all’interno del piano organizzato per rafforzare la sua posizione alle elezioni per il Parlamento Europeo. In realtà, portare all’ordine del giorno le già note rivendicazioni armene in ogni circostanza, o prima delle elezioni o nel quadro dell’opposizione alla Turchia, rivela chiaramente che queste rivendicazioni sono di natura politica e non si attengono ai fatti storici. Questi sforzi non solo non giovano a nessuna delle parti ma bloccano anche ogni eventuale futura iniziativa intrapresa in buona fede”. Per Ankara è ora “inevitabile” che la mozione “si rifletterà in vari modi sulle relazioni con l’Italia”, definito “partner strategico con cui abbiamo legami storici ed una cooperazione commerciale molto intensa”. La Turchia non ha mai riconosciuto i massacri del 1915 contro gli armeni un genocidio, considerandoli avvenuti all'interno di un conflitto e non su base etnica o religiosa.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il discorso del premier Giuseppe Conte all'assemblea Anci
AREZZO

Conte ai sindaci: no a un'Italia a più velocità

Il premier interviene all'assemblea Anci e parla di manovra, periferie e Mesi
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, saluta i bambini al Teatro Carignano per la cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico 2018/2019 dell'Università di Studi di Torino - Foto © Presidenza della Repubblica
DIRITTI UMANI

Mattarella: "Resta tanto da fare per i bambini in difficoltà"

Il discorso del capo dello Stato in occasione della Giornata per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza
Gli impianti ex Ilva di Taranto
L'ANALISI

Caso Ilva: perché è un rischio europeo

Tutte le variabili del caos degli stabilimenti pugliesi. Di Taranto: "Lo scudo penale, un alibi per Mittal"
Matrimonio
IL DATO

La nuova tendenza? Sposarsi!

l’Istat pubblica i dati sul matrimonio che rivelano come le nozze siano aumentate nell’ultimo anno
Pallone ufficiale di Euro 2020
CALCIO

Euro 2020: come funzionano gli spareggi

Venti nazionali già qualificate, le ultime quattro passeranno dal mini-torneo: guida alle ultime qualificazioni
Il vice presidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, e il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri
ECONOMIA

Manovra, promossa con riserva

Arriva il giudizio di Bruxelles sulla legge di bilancio, preoccupa l'elevato debito pubblico
Monopattino elettrico a Roma
CODICE DELLA STRADA

Capitale senza norme sui monopattini elettrici

A differenza di altre città in cui è in corso una sperimentazione, Roma è ancora priva di regolamentazione
IL PUNTO POLITICO

Legge di bilancio, il dibattito è aperto

Maggioranza e opposizione si confrontano sulla manovra, al via l’iter parlamentare
La lucertola Lataste, scoperta nelle Isole Pontine
ISOLE PONTINE

Scoperta una nuova lucertola "made in Italy"

A indicare che si tratta senza dubbio di una nuova specie è stata l'analisi del Dna
A sinistra, la senatrice Liliana Segre. A destra, l'attore italiano Ezio Greggio
LA POLEMICA

Ezio Greggio dice "no" a Biella dopo il "caso Liliana Segre"

Il comico biellese rifiuta la cittadinanza onoraria perché il comune l'aveva negata alla senatrice. Ma il sindaco non...
I soccorsi
VIA FORMELLESE

Incidente mortale in via Cassia: due morti

Le vittime sono due uomini di 46 e 49 anni; strada chiusa fino alle 5.00
La macelleria dopo la deflagrazione
REGGIO CALABRIA

Esplode macelleria, feriti 5 vigili del fuoco

La deflagrazione è avvenuta in via Santa Lucia, nella zona di Sant'Antonio