LUNEDÌ 13 LUGLIO 2015, 15:00, IN TERRIS

SVOLTA SUI MARO': OK DA NUOVA DELHI ALL'ARBITRATO INTERNAZIONALE

La Corte suprema ha prolungato di sei mesi il permesso di rimanere in Italia a Massimiliano Latorre

STEFANO CICCHINI
SVOLTA SUI MARO': OK DA NUOVA DELHI ALL'ARBITRATO INTERNAZIONALE
SVOLTA SUI MARO': OK DA NUOVA DELHI ALL'ARBITRATO INTERNAZIONALE
Il procedimento di arbitrato internazionale presentato dall’Italia per il caso dei marò è stato accettato dalla procura indiana in Corte suprema. Il ricorso, attivato dal nostro Paese il 26 giugno scorso, era un atto dovuto essendo l’India firmataria della convenzione dell’Onu sul diritto del mare che all’articolo 287 indica i metodi di soluzione delle dispute. I giudici hanno quindi fissato un’udienza per il 26 agosto al fine di ricevere il rapporto ufficiale del governo sulla questione. Intanto la Corte suprema ha prolungato di sei mesi il permesso di rimanere in Italia che aveva concesso a Massimiliano Latorre per le sue condizioni di salute. Il militare, infatti, continua a ricevere cure mediche a seguito dell’operazione al cuore subita il 5 gennaio.

La decisione è stata annunciata dal tribunale che l’ha giustificata con le motivazioni mediche legate alla convalescenza dopo l’attacco ischemico del 31 agosto scorso. Latorre, che ad aprile aveva già ottenuto una proroga di tre mesi in scadenza il 15 luglio, potrà così continuare la sua permanenza in Puglia. L’altro Fuciliere della Marina, Salvatore Girone, si trova ancora a Nuova Delhi dove risiede nell’ambasciata italiana collaborando con l’addetto militare. I tempi per l’arbitrato potrebbero comunque essere lunghi, forse tra i due e i quattro anni, considerando che deve essere istituita una Corte internazionale. La complessa vicenda era iniziata nel febbraio del 2012 con l’uccisione di due pescatori indiani al largo delle coste del Kerala.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"