GIOVEDÌ 02 APRILE 2015, 12:00, IN TERRIS

STRETTA SULLE INTERCETTAZIONI: STOP ALLA PUBBLICAZIONE INTEGRALE

Tra le proposte della Commissione per la revisione della normativa antimafia anche quella di un reato per i casi di divulgazione arbitraria

AUTORE OSPITE
STRETTA SULLE INTERCETTAZIONI: STOP ALLA PUBBLICAZIONE INTEGRALE
STRETTA SULLE INTERCETTAZIONI: STOP ALLA PUBBLICAZIONE INTEGRALE
Nei giorni in cui scoppia il caso D'Alema in Parlamento torna d'attualità la riforma della disciplina sull'utilizzo delle intercettazioni telefoniche, mezzo di indagine fondamentale ma delicato, visto che comprime il diritto costituzionalmente garantito di segretezza nelle comunicazioni. Se ne parla da anni ma non si è mai riusciti a andare a dama. Ieri se ne è discusso nella Commissione per la revisione della normativa antimafia dove si sono tracciate le linee di una possibile bozza. Le novità saranno diverse, a partire dalla previsione del reato di "Pubblicazione arbitraria di intercettazioni" e dal divieto di trascrizioni integrali, siano esse telefoniche, video o epistolari, nei provvedimenti dell'autorità giudiziaria se non nelle sentenze o a meno che "la riproduzione testuale non sia rilevante a fini di prova". Proposte formulate direttamente da Nicola Gratteri, presidente della Commissione, e che rientrano in un gruppo di disposizioni "volto ad apprestare un insieme di garanzie volte a colmare delle macroscopiche lacune che sono emerse nella prassi in un'ottica di effettività tanto del diritto di difesa, quanto di quello alla riservatezza delle comunicazioni".

E' in questa direzione che si inserisce "l'inedito divieto", come lo chiama lo stesso procuratore aggiunto di Reggio Calabria, al giudice di inserire integralmente i testi delle intercettazioni. Disposizione che mira, nelle intenzione del proponente, "a una tutela rafforzata del diritto di privacy, eliminando il fenomeno negativo della divulgazione, proprio tramite gli atti dell'autorità giudiziaria, del contenuto di informazioni che esulano l'accertamento processuale". L'obiettivo perseguito da Gratteri è quello di porre "un deciso e serio sbarramento alla possibilità che la lesione alla sfera riservata degli intercettati possa trovare la sua origine nell'attività di impiego procedimentale o processuale dei risultati delle intercettazioni".

A tutela della difesa, il pm prevede il diritto per gli avvocati di ottenere copia dei risultati delle intercettazioni e dei verbali delle operazioni, anche se non sono stati ancora depositati, appena sia stata notificata o eseguita un'ordinanza che dispone una misura cautelare personale. La commissione prevede l'inserimento nell'articolato di due nuovi mezzi di ricerca della prova "perfettamente funzionali alle esigenze di efficienza delle indagini", le intercettazioni epistolari e le intercettazioni in video.

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

Igor il "russo" accetta l'estradizione in Italia

Sarà consegnato dopo i processi per i tre omicidi commessi in territorio spagnolo
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro