SABATO 26 GENNAIO 2019, 15:19, IN TERRIS


CAMERA

Stop ai cellulari in classe: la proposta fa discutere

Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti: "Credo nel senso di responsabilità dei ragazzi"

MILENA CASTIGLI
Uso del cellulare tra gli studenti
Uso del cellulare tra gli studenti
N

ei disegni di legge in tema di educazione alla cittadinanza nella scuola primaria e secondaria - il cui esame è iniziato ieri in Commissione Cultura alla Camera - tra le varie proposte divide quella di Forza Italia, prima firmataria Mariastella Gelmini, e quella della Lega, primo firmatario Massimiliano Capitanio, che dispongono l’inibizione dei cellulari nelle classi. Per gli alunni, ma anche per i professori. L’ipotesi - in poche righe - è quella di lasciare i cellulari in presidenza e per le chiamate di emergenza far riferimento alle segreteria. 


Cellulare sì e cellulare no

Una questione vecchia, quella dei cellulari in classe, che viene riproposta per la necessità di regolamentare  un'abitudine consolidata ma difficile da gestire anche per i docenti, sempre più spesso alle prese con la diffusione di video - anche pornografici - girati in classe durante le lezioni.

“Lo spirito del provvedimento non è quello di calare una nuova materia dall’alto di una cattedra – ha dichiarato Massimiliano Capitanio -, ma di condividere alla pari, con insegnanti e genitori, regole del buon vivere comune, che per noi rappresentano valori e impegni ben precisi: rispetto della Costituzione, cittadinanza digitale, ambiente, salute, legalità, contrasto a bullismo e cyberbullismo, volontariato. Sarà un percorso condiviso con tutti, senza bandiere”. La proposta di legge - che è stata già illustrata dai proponenti - verrà integrata con tutte le altre in un unico testo che approderà a febbraio nell’Aula parlamentare.


Il Ministro dice "No"

Sul divieto dei cellulari in classe non è d'accordo il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti: "Credo molto nel senso di responsabilità dei ragazzi - spiega Bussetti - e quindi mi affido al loro buon senso sull'uso consapevole dei device ai fini di un migliore apprendimento. Condanno invece in maniera decisa l'uso per altri fini".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Ousseynou Sy e il bus distrutto dalle fiamme
SAN DONATO MILANESE

Bus dirottato, i pm: "Sy resti in carcere"

Secondo gli inquirenti sussiste il pericolo di reiterazione. Al vaglio le dichiarazioni dell'autista
Corteo Festa del Tricolore a Catania
CATANIA

All'ospedale giovane aggredito da 30 antifascisti

Il 18 stava distribuendo volantini di una comunità giovanile identitaria: rotto uno zigomo
Bambino al rubinetto dell'acqua
GIORNATA MONDIALE DELL€ACQUA

Unicef: "Più bimbi morti per diarrea che per proiettili"

Oltre 4,5 miliardi di persone non usano servizi igienico-sanitari sicuri
Aereo che ha portato Xi a Roma
ACCORDO ITALIA-CINA

Conte e Di Maio difendono la Via della Seta

Premier e vicepremier 5Stelle: "Nuove opportunità". E intanto giungono critiche dal Finantial Times
LORETO

Al via il pellegrinaggio dei giovani dell'Unitalsi

Una delegazione donerà al Papa un simbolo dell'Associazione
La stazione Termini a Roma
STAZIONE TERMINI

Paura in centro a Roma: minaccia i passanti con una pala

Prima aveva tentato di rapinare un'edicolante nella Galleria
Il bus incendiato nel milanese
LA CIRCOLARE

Viminale: stretta sulle patenti degli autisti dei bus

Maggiori controlli e raccordo operativo con le motorizzazioni civili
Cina: la violenta esplosione nell'impianto chimico
CINA

Esplode impianto chimico: 47 morti

Il presidente Xi in visita in Italia: "Massimo sforzo per salvare vite umane"
Il Fronte al-Nusra
ABRUZZO E ALTRE REGIONI

Finanziavano i terroristi: 20 indagati

Le ipotesi investigative sarebbero riconducibili al movimento radicale islamico Al-Nusra
La tendopoli
SAN FERDINANDO

Ancora un rogo: morto un migrante

Incendio nella tendopoli che ospita le persone sgomberate dalla vecchia baraccopoli