VENERDÌ 15 MAGGIO 2015, 14:30, IN TERRIS

SPUTI E INSULTI, SALVINI CONTESTATO ANCHE A MARSCIANO

Mattinata turbolenta per il leader della Lega in Umbria, circondato da una 20ina di contestatori. Lo sfogo a Radio Padania: "Dov'è la democrazia?"

AUTORE OSPITE
SPUTI E INSULTI, SALVINI CONTESTATO ANCHE A MARSCIANO
SPUTI E INSULTI, SALVINI CONTESTATO ANCHE A MARSCIANO
Dopo Milano, Genova e Foggia Matteo Salvini è stato duramente contestato anche a Marsciano, in provincia di Perugia, dove sta proseguendo il tour elettorale per sostenere i candidati collegati alla sua lista. Una ventina di persone si sono avvicinate al leader della Lega Nord e lo hanno ricoperto di insulti. Tra i ragazzi c'era chi urlava "sei brutto, sei brutto", "tornatene a casa" ed anche "nazista" e "vai a lavorare". Il segretario federale del Carroccio, circondato dai sostenitori che ripetevano "siamo con te" ha lanciato baci al gruppo, mentre uno dei giovani, riuscito ad avvicinarsi di più, gli ha sputato. Immediato l'intervento della polizia, con Salvini che ha invitato gli agenti a prendere i documenti, prima di allontanarsi dalla piazza, scortato. Nella notte appena trascorsa, la locale sede della Lega era stata imbrattata con vernice rossa e si era reso necessario l'intervento dei vigili per cancellare le scritte.

"Questi sono dei poveretti - ha commentato - e non è l'Umbria, sono persone che hanno dei problemi". Salvini è comunque sicuro di ottenere un buon risultato nelle prossime elezioni regionali. "La soddisfazione ce la porteremo il 31 maggio- ha spiegato-. A fare cori con gli scemi si rischia di diventare scemi anche noi. Vorrei che, non io, ma le persone normali di Marsciano piuttosto che di Perugia, potessero ascoltare delle idee senza avere fastidiosi contorni, sputi e lanci di oggetti". Poco dopo, Radio Padania, si è lamentato del trattamento cui è stato sottoposto nelle diverse tappe del suo tour. ''Dove sono Renzi e Alfano? Dove la democrazia? - si è chiesto - Stamani pure uno sputo in faccia ho preso! Chi agita questo clima con 4 figli di papà che giocano a fare i rivoluzionari tirando petardi tra le mamme con carrozzine? Mi viene il dubbio che a qualcuno impedire alla Lega i comizi faccia comodo".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...
Una frazione di gioco di Juventus-Inter
CALCIO | SERIE A

Juve-Inter a reti bianche: Spalletti è ancora primo

I bianconeri giocano meglio ma non sfondano: 0-0. Il Napoli può tornare davanti