MARTEDÌ 23 GIUGNO 2015, 18:09, IN TERRIS

SOFRI CONSULENTE DELLA GIUSTIZIA, SCOPPIA LA RIVOLTA E LUI RINUNCIA

FRANCESCO VOLPI
SOFRI CONSULENTE DELLA GIUSTIZIA, SCOPPIA LA RIVOLTA E LUI RINUNCIA
SOFRI CONSULENTE DELLA GIUSTIZIA, SCOPPIA LA RIVOLTA E LUI RINUNCIA
Alla fine si è arreso: Adriano Sofri non sarà consulente del ministero della Giustizia per la riforma del sistema penitenziario. La scelta dell'ex Leader di Lotta Continua, condannato a 22 anni di carcere come mandante dell'omicidio del commissario di polizia Luigi Calabresi nel 1972 e scarcerato nel 2012, aveva scatenato un nugolo di polemiche. "Si è sollevato un piccolo chiasso attorno alla mia 'nomina' da parte del ministro della Giustizia come 'esperto' di carcere. Il mio contributo - ha scritto Sofri - si era limitato a una conversazione telefonica con un autorevole giurista, e all`adesione a una eventuale riunione futura. Alla quale invece non andrò, scusandomene coi promotori, perché ne ho abbastanza delle fesserie in genere e delle fesserie promozionali in particolare".

A insorgere era stato, in particolare, il Sappe, sindacato di polizia giudiziaria. "Siamo letteralmente saltati sulle sedie quando abbiamo letto il decreto con cui il Ministro Guardasigilli ha insediato gli esperti per dare esecuzione agli annunciati Stati Generali sulla esecuzione penale - ha spiegato in un comunicato il segretario generale Donato Capece - Insieme a giuristi e magistrati qualificati non mancano gli ex parlamentari evidentemente da ricollocare".

Il sindacato ha poi accolto positivamente la rinuncia dell'interessato. "Prendiamo atto con favore che Adriano Sofri ha rinunciato all'incarico di coordinatore del tavolo tecnico istruzione cultura, sport decretato con atto ufficiale del Ministro della Giustizia del 19 giugno scorso - si legge in un'altra nota del Sappe - Restiamo convinti che una persona condannata a 22 anni di carcere con più sentenze passate in giudicato quale mandante dell'omicidio del Commissario di Polizia Luigi Calabresi avvenuto a Milano nel 1972 sia la meno indicata per presiedere un tavolo istituzionale sulla riforma dell`esecuzione penale".

Della possibile nomina di Sofri aveva parlato anche Mario Calabresi, direttore de La Stampa e figlio del commissario ucciso. "Sentire pareri diversi è sempre giusto - aveva tweettato - ma non comprendo la scelta di far sedere Sofri al tavolo della riforma. Spero che Orlando lo spieghi"
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini
Il sistema Kepler 90 e il nostro a confronto:
KEPLER

Scoperto il gemello del Sistema Solare

Formato da otto pianeti, dista 2.545 anni luce
Polizia
OSTIA

Arrestati ex dirigente del Municipio e due imprenditori

Accusati di corruzione, abuso d’ufficio, falsità ideologica e millantato credito
MEDICI E VETERINARI

Nuovo sciopero a febbraio

Fermi i giorni 8 e 9. Sindacati: "La sanità pubblica è in emergenza"
Il premier Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Dublino e relocation scogli in discussione Ue"

Lo ha detto il premier italiano dal summit europeo di Bruxelles
L'esito del voto sul Biotestamento (Lapresse)

Congiura contro la vita

Il cupo sodalizio tra Pd e Movimento 5 stelle sul fine vita ha determinato al Senato della Repubblica...
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Nessun favoritismo, non mi dimetto"

Il sottosegretario ospite a 'Otto e mezzo'. Scontro con Travaglio: "Fossi stata uomo non mi avrebbe tratta...