MARTEDÌ 01 SETTEMBRE 2015, 003:30, IN TERRIS

SI SPENDE PIU' AL NORD CHE AL SUD: + 831 EURO AL MESE PER LA SPESA

I dati sono contenuti nel volume "Italia in cifre" redatto da Istat

REDAZIONE
SI SPENDE PIU' AL NORD CHE AL SUD: + 831 EURO AL MESE PER LA SPESA
SI SPENDE PIU' AL NORD CHE AL SUD: + 831 EURO AL MESE PER LA SPESA
Oltre 800 euro al mese: è il divario nord-sud testato sui valori medi del carrello della spesa (alimentare e non). Una differenza che sale addirittura a 1.300 euro se si confronta il Trentino Alto Adige con la Calabria, agli opposti della "classifica" regionale. La spesa media mensile per consumi delle famiglie italiane si attesta infatti a 2.489 euro, ma nel mezzogiorno, secondo i dati Istat contenuti nel volume "Italia in cifre", riferiti al 2014, risulta di 1.959 euro, mentre al nord di 2.790 euro, un valore più alto del 42,4%.

La differenza è così di 831 euro. Guardando alla composizione familiare sono naturalmente le coppie con 2 e più figli quelle che maggiormente mettono mano al portafoglio: per loro la spesa media mensile a livello nazionale oscilla intorno ai 3.230 euro. Al contrario, quella più bassa si registra per la persona sola con più di 64 anni (1.630 euro). Livelli di spesa altrettanto bassi per gli under-35 che vivono da soli (1.753 euro in media). A pesare di più per tutti sono le spese per l'abitazione (che rappresentano in media il 36,7% del totale), mentre le spese alimentari sono il 17,5%; poi i trasporti (10,3%), il tempo libero (4,9%) e il vestiario (4,6%).

Così la spesa alimentare viaggia mediamente sui 436 euro al mese. Le differenze emergono anche nel confronto con i nuclei familiari stranieri. Dagli ultimi dati dell'Istituto di statistica si evidenzia, infatti, che le famiglie composte solamente da stranieri spendono mediamente 1.645 euro al mese, 844 euro in meno delle famiglie di soli italiani. E ancora: se si guarda alle differenze tra le regioni, si riscontrano i valori massimi della spesa media mensile delle famiglie in Trentino Alto Adige (3.073,54 euro), subito dopo in Lombardia (2.950,06 euro) e in Emilia Romagna (2.883,27 euro) e, all'opposto, i valori minimi in Sicilia (1.778,86 euro) e in Calabria (1.757,82 euro). Si tratta di una differenza tra i valori medi che assume un massimo pari al 74,8%.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018
Il Segretario del Pd Matteo Renzi
ELEZIONI

Renzi: "Il Pd sarà il primo partito"

"Boschi oggetto di un’attenzione spasmodica, si deve candidare"
Presepe

La solita ipocrisia

Il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, invita le scuole dell’Isola ad allestire il Presepe in...
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco