GIOVEDÌ 02 MAGGIO 2019, 16:30, IN TERRIS

CAMERA

Scuola elementare, stop alle note sul registro

Un emendamento proposto dalla Commissione Cultura abolisce anche le espulsioni, previste dal Regio Decreto del 1928

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Scuola
Scuola
P

resto si metterà la parola fine al principale timore dei più piccoli fra i nostri studenti: a breve, infatti, non saranno più applicate sanzioni disciplinari come le cosiddette "note sul registro", così come le espulsioni da scuola, provvedimento estremo ma tuttora esistente. E' stato presentato, infatti, un emendamento al ddl che introduce l'insegnamento dell'educazione civica nelle scuole, approvato dalla Camera, abroga gli articoli dal 412 al 414, risalenti addirittura al Regio Decreto 26 aprile 1928. L'emendamento, proposto dalla commissione cultura e approvato dalla Camera, porterà di fatto all'assenza di sanzioni a livello disciplinare nelle classi di alunni che vanno dai 6 ai 10 anni, circostanza salutata con soddisfazione dai promotori, primo fra tutti il presidente della Commissione, Luigi Gallo: "E' un segno di civiltà. Stiamo parlando di bambini: il rapporto educativo in questa fascia di età deve fondarsi sulla fiducia e sulla collaborazione".


Il provvedimento

In sostanza, spiegano i promotori, la legge deve essere rinnovata nell'ottica di una maggiore collaborazione tra insegnanti (o comunque autorità scolastica) e le famiglie dei bambini, riducendo la sanzione a scuola per aprire un canale educativo maggiormente reciproco con casa: "Il problema che vive il mondo della scuola rispetto al bullismo o rispetto alla violenza verso il corpo insegnante - ha detto ancora Gallo - va affrontato con altre misure: molti docenti ci dicono che il lavoro fatto a scuola viene perso quando fuori c'è un 'burrone sociale'. Servono misure per le assunzioni di personale nelle politiche sociali e presidi di legalità sul territorio: c'è una società che rema contro rispetto al lavoro prezioso che si fa a scuola. Altrimenti, con misure come quella abrogata, ci illudiamo di avere uno strumento che poi, nella realtà, è inefficace".


Segnali positivi

La notizia dell'emendamento, a ogni modo, non ha mancato di creare dibattito sul fatto se sia giusto o meno eliminare del tutto non tanto sanzioni come l'espulsione (già di per sé utilizzata assai raramente) quanto piuttosto come la nota sul registro, senz'altro il provvedimento più usato, seppure con giusto peso, anche alle elementari. Dibattito che coinvolge più che altro i cittadini, visto che dalla politica arrivano segnali positivi e che anche alcuni presidi hanno accettato di buon grado l'emendamento, favorevoli allo sviluppo di un rapporto migliore con le famiglie, anche in virtù di uno sviluppo più rapido della società che, inevitabilmente, va a coinvolgere anche i bambini.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La Skoda coinvolta nell'incidente
MILANO-VENEZIA

In bici sull'A4: muore sul colpo travolto da un'auto

Non è stato ricostruito il motivo per cui la vittima fosse in bicicletta in autostrada
I soccorsi a Rigopiano
COMMEMORAZIONE

"Aspettiamo ancora giustizia"

Nel terzo anniversario della tragedia di Rigopiano i familiari delle 29 vittime aspettano di conoscere la verità
Maximilien de Robespierre

Chi semina vento raccoglie tempesta

Tiene ancora banco tra i media la vicenda della pentastellata Elisabetta Trenta ex ministro della difesa, a causa...
Agenti di polizia
PUGLIA

Lamorgese: "Da lunedì 20 nuovi poliziotti a Foggia"

Specializzati nella tutela delle persone sottoposte a protezione personale
Emmanuel Macron
FRANCIA

Parigi, dura contestazione contro Macron

Una trentina di manifestanti tentano un blitz al Theatre Bouffes du Nord: nel mirino la riforma delle pensioni
Laboratorio

La madre di tutte le battaglie

Purtroppo, ormai da molto tempo, gli attacchi ai valori antropologici che costituiscono il fondamento di una...
Memoriale per Daphne Caruana Galizia
MALTA

Caso Caruana Galizia: il capo della polizia si dimette

L'annuncio è stato fatto dal nuovo premier maltese Abela: presto riforma su procedura di nomina. Il commento del...
ARTE

Ritratto di signora di Klimt è autentico

La conferma dell'autenticità del quadro arriva dai periti a poche settimane dal ritrovamento nello stesso luogo dove...
Deborah Dugan
MUSICA

Caos Grammy: silurata la prima presidente donna

A pochi mesi dalla sua nomina, Deborah Dugan è stata rimossa dal suo incarico e c'è chi parla di un vero e...
Il Politeama di Catanzaro
CALABRIA

Catanzaro, Arlia e Mogol inaugurano la stagione sinfonica

Il celebre direttore d'orchestra e il grande autore aprono l'annata del Politeama, con un incontro fra musica classica e...
Tribunale di Milano
IL CASO

Condannato per l'omicidio del suocero: “Abusava di mia figlia”

A quasi un anno dal fatto, arriva la sentenza di condanna: 20 anni a chi ha sparato, 18 al complice
I segni di tortura sulla schiena di uno dei minori salvati - Foto © Melquiadez Vásquez per Panamá América
PANAMA

Sette, una donna incinta e 5 bambini uccisi in un rito

La scoperta shock del 'rituale satanico': i sopravvissuti legati e percossi fino alla morte
UDIENZA ECUMENICA

Papa: "Chi offre ospitalità diventa più ricco"

Appello di Francesco alla Chiesa Luterana: ""Camminiamo insieme come messaggeri di umanità"
Ali Khamenei
IRAN

Khamenei guida la preghiera, folla a Teheran

L'ayatollah torna dopo otto anni a parlare durante la preghiera del venerdì: "Nucleare? Il dialogo con...