MARTEDÌ 28 APRILE 2015, 11:12, IN TERRIS

SBARCHI, BAN KI MOON RASSICURA RENZI: "INSIEME CONTRO I TRAFFICANTI"

Ieri vertice a tre, c'era anche la Mogherini, sulla nave San Giusto. "L'Italia da sola non ce la può fare"

DANIELE VICE
SBARCHI, BAN KI MOON RASSICURA RENZI:
SBARCHI, BAN KI MOON RASSICURA RENZI: "INSIEME CONTRO I TRAFFICANTI"
Nell'emergenza umanitaria del Mediterraneo l'Italia, da ieri sera, si sente meno sola. Decisivo è stato il vertice fra Matteo Renzi, lady Pesc, Federica Mogherini, e il Segretario Generale dell'Onu, Ban ki-moon. I tre leader hanno visitato la nave San Giusto, simbolo dei soccorsi in mare approntati da Roma e anche, in un certo senso, dell'abbandono da parte della comunità internazionale. Il numero 1 del Palazzo di Vetro è arrivato ieri a Roma convinto della necessità che l'accoglienza dei rifugiati debba coinvolgere più Paesi Ue, e non solo quello d'approdo, come previsto da Dublino III. Era invece sulla strategia per fermare 'sul nascere' i trafficanti che, le posizioni di Ban, contrario a un'opzione militare sulle coste libiche, e quella italiana, favorevole ad un'operazione di "polizia internazionale", si mostravano distanti. Ma al termine della giornata qualcosa è cambiato. "Come Onu siamo pronti a lavorare con voi. Dobbiamo fermare e prevenire i trafficanti criminali, va trovata una soluzione politica", ha affermato Ban, sposando, in linea di principio, la richiesta arrivata da Renzi, che non ha esitato a sottolineare come, per fermare i trafficanti, l'Italia conti "sul sostegno" delle Nazioni Unite.

Un sostegno necessario anche perché, complice l'assenza di un governo unitario in Libia, occorrerà una risoluzione del Palazzo di Vetro per passare ai fatti. Oggi a New York, Mogherini metterà sul tavolo i primi punti del dossier a lei affidato ma già oggi, si apprende da fonti Ue, ha osservato come nessuno abbia parlato di opzione militare sulle coste libiche (tanto che l'Italia definisce la proposta un'operazione di polizia internazionale). E, nel vertice con Ban e Renzi, ha messo in evidenza un punto che potrebbe anche divenire una bozza di mediazione sulla strategia da mettere in campo convincendo definitivamente L'Onu. Il barcone della strage del 19 aprile scorso, ha ricordato, era partita vuota dall'Egitto ed è stata caricata di migranti solo in Libia: un sequestro dell'imbarcazione avrebbe potuto evitare la tragedia.

Le posizioni di Onu e Italia sembrano così avvicinarsi. E il punto da cui partire resta quello che, negli ultimi giorni, ha dato vita anche ad una europeizzazione del dramma dei migranti: "L'Italia, da sola non ce la può fare". Parole sottolineate da Renzi e ribadite da Ban che, racconta chi era presente al vertice, sarebbe rimasto molto colpito dalla sua visita alla nave San Giusto, protagonista delle operazioni di soccorso per l'emergenza migranti e avrebbe assicurato come "alzerà la voce" sulla responsabilità collettiva di queste vicende. L'Italia, intanto, si prepara ad affrontare l'emergenza con un dispositivo composto da 5 navi, oltre ad elicotteri e aerei a pilotaggio remoto e da ricognizione, utilizzabile anche per compiti legati al terrorismo e che verrà dislocato nel Mediterraneo Centrale.

Il tutto nell'attesa che un'azione Ue, sotto egida Onu, prenda forma. Il sostegno delle Nazioni Unite all'azione contro i trafficanti e' "un segnale importante" per l'Italia, sottolineano fonti di governo al termine di una visita in cui Renzi non ha mancato di ringraziare i militari della Marina impegnati nel Canale di Sicilia. "L'Italia ha un cuore grande, sta facendo uno sforzo incredibile" ma "il Mediterraneo e' un problema europeo e mondiale", ha affermato il presidente del Consiglio. I prossimi giorni diranno se il suo messaggio passerà anche al Consiglio di Sicurezza Onu.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel