LUNEDÌ 18 MAGGIO 2015, 11:39, IN TERRIS

SALVINI: "I CONTESTATORI? PROTETTORI ARMATI DEL RENZISMO"

Il leader della Lega dopo il lancio di uova: "Chi mi impedisce di parlare difende indirettamente il premier"

FRANCESCO VOLPI
SALVINI:
SALVINI: "I CONTESTATORI? PROTETTORI ARMATI DEL RENZISMO"
"Protettori armati del renzismo". Così Matteo Salvini, in un'intervista a Corriere della Sera, ha definito le persone che, in questi mesi di campagna elettorale, lo hanno contestato nelle piazze di mezza Italia. "Ci sono persone armate di sassi, randelli, bombe carta e altro - ha spiegato il leader del Carroccio - E con quell'attrezzatura, fanno il gioco del presidente del Consiglio". Ma si tratta di una difesa indiretta, ha chiarito Salvini, perché "non credo che ci sia un suo ordine. Ma ottengono il risultato, ogni volta, di non consentire di parlare dei problemi veri e drammatici".

Per Salvini "di certo questi disadattati sono organizzati e protetti dalla sinistra". Ha ringraziato Renzi per la solidarietà, ma ha aggiunto: "cominci a chiudere tre o quattro centri sociali. La solidarietà la sentirei meglio". Concetto ribadito anche in un'intervista al Tempo: "Basta linciaggi, i centri sociali, mi riferisco a quelli piu' violenti ed a quelli abusivi, dovrebbero essere sgomberati e chiusi. Da lì spesso partono gli sfasciavetrine. Alcuni di questi centri sociali, poi, usufruiscono pure di danaro pubblico".

Parlando a Libero, il leader del Carroccio poi rincara la dose: "Potrei anche inaugurare una scuola materna o andare all'Avis, ma troverei sempre venti rompicoglioni che spesso sono figli di papà e che disturbano. Sono anche figli di magistrati, avvocati, gente con un ottimo conto in banca. Alcuni li denuncio! Almeno 3 o 4 tra Umbria, Marche e Toscana. La polizia ne ha fermati di più, vedrò cosa fare. So nomi e cognomi". Del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e di Flavio Tosi, "non parlo", ha aggiunto, "sono il nulla". Oggi, intanto, a Recco un anziano simpatizzante della Lega gli ha regalato un sacchetto pieno di uova. Un chiaro riferimento al lancio avvenuto ieri a Imperia verso Salvini. "Ecco, vedete a che cosa servono le uova?", ha detto il leader della Lega, tra strette di mano, abbracci e selfie.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Il luogo dell'esplosione
PRATI

Molotov contro un commissariato Ps

La bottiglia incendiaria ha colpito un vecchio furgone della polizia. Indagini in corso
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Cristiani perseguitati
GERMANIA

Cattolici e protestanti contro i nazionalismi

Presentato a Berlino il rapporto ecumenico sulla libertà religiosa dei cristiani nel mondo