MERCOLEDÌ 08 APRILE 2015, 12:48, IN TERRIS

SALVINI: "I CAMPI ROM? LI RADEREI AL SUOLO". POLEMICA CON MONS. PEREGO

Il segretario della Lega Nord: "Con un preavviso di sfratto di sei mesi, preannuncio la ruspa". Il presule: "Le sue affermazioni denotano ignoranza"

AUTORE OSPITE
SALVINI:
SALVINI: "I CAMPI ROM? LI RADEREI AL SUOLO". POLEMICA CON MONS. PEREGO
"Cosa farei al posto di Alfano e Renzi? Con un preavviso di sfratto di sei mesi raderei al suolo i campi rom". E' la categorica affermazione di Matteo Salvini il quale aggiunge: "Hanno il diritto e il dovere di vivere come gli altri e di mandare i figli a scuola - spiega ai microfoni di L'aria che tira - ma il campo in quanto tale è al di fuori della legge".

Il leader del Carroccio si dice disposto all'integrazione "solo per chi si vuole integrare e non per chi vuole campare alle spalle degli altri" e per giustificare la sua convinzione ribadisce che negli altri Paesi dell'Unione Europea non esiste campi nomadi. Salvini dunque risolverebbe la situazione con una ruspa per permettere ai rom di trovarsi una casa e come gli altri cittadini pagare l'Imu.

Ai microfoni del programma televisivo di La7, il leader leghista ha inoltre parlato anche del fondamentalismo islamico: "Attenzione, gli ultimi interventi umanitari hanno solo aggravato la situazione, penso all’Iraq, all’Afghanistan, alle primavere arabe. Mi permetterei di suggerire, prima di andare altrove di stare attenti in casa nostra", aggiungendo un messaggio per il primo ministro: "E' bene che Gentiloni si occupi del Mediterraneo, ma è bene anche che Renzi e Alfano si occupi di quello che accade a casa nostra".

"Nella Giornata Internazionale dei Rom il pensiero dovrebbe andare ai 170 mila, di cui 40 mila ancora nei campi, che vivono nel nostro Paese ma che non sono ancora riconosciuti come minoranza" è stata la replica di Mons. Perego, dell'associazione Migrantes, a Salvini. Secondo il prelato "l'attenzione dovrebbe essere rivolta a superare i campi rom, non certo radendoli al suolo, ma con un percorso di integrazione e di accompagnamento per chi ancora ci vive". Ecco perché le parole del segretario del Carroccio, secondo il presule, sono indice di "ignoranza. Salvini ha detto una cosa insensata. La politica deve essere costruzione non demolizione". Frasi di questa fatta, aggiunge Perego, "denotano una non conoscenza della situazione. La Lega continua ad affrontare temi tanto urgenti e importanti affidandosi alla demagogia".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione