LUNEDÌ 27 MAGGIO 2019, 11:21, IN TERRIS


EUROPEE

Rixi: "A M5s non è convenuto aggredirci"

Il viceministro leghista: "Rapporto di fiducia incrinato ma governo vada avanti"

L.L.M
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Edoardo Rixi
Edoardo Rixi
"I

l rapporto di fiducia si è pesantemente incrinato. Per provare a risalire la china, i grillini hanno sacrificato rapporti umani e progetti costruiti insieme. Visti i risultati, gli è convenuto aggredirci in quel modo? Credo di no. Alla fine sono riusciti ad avvantaggiare solo il Pd". Il viceministro leghista ai Trasporti critica così l'atteggiamento mantenuto dal Movimento 5 Stelle prima del voto. 


Critiche

"La gente non apprezza chi spara sul vicino di banco - ha detto alla Stampa e al Messagero -. Sono convinto che molti voti che sono arrivati a noi, sono arrivati in funzione anti-5Stelle". Per Rixi "è chiaro che bisogna fare un tagliando al governo per capire cosa si vuole e si deve fare".


L'auspicio

L'auspicio, in ogni caso, è che il governo vada avanti, a patto che i grillini assumano "toni diversi", "dovranno smetterla di insultare e cominciare a lavorare. Soprattutto in questo Paese non è più il tempo dei no". Senza la campagna di M5s l'esecutivo "non sarebbe stato danneggiato. Ora si deve trovare un nuovo equilibrio. Anche di rapporti umani. Nessuno si fida più di nessuno".


Priorità 

La Lega si aspetta che "le priorità che abbiamo indicato in questi ultimi mesi diventino l'agenda di tutto l'esecutivo". In programma dovrà esserci anche la riforma della giustizia, "anche perché è nel contratto di governo e pure il premier Conte si è detto d'accordo a una rivisitazione del reato di abuso d'ufficio che blocca l'attività degli amministratori pubblici", ha proseguito l'esponente della Lega, che ha rilanciato sulla Torino-Lione: "Chiederemo il sì a tutto quello che serve al Paese per ripartire. Non si farà solo la Tav, ma tutte le grandi opere pubbliche". In merito alle sue dimissioni in caso di condanna, "farò ciò che dice Salvini e sono pronto a lasciare. Inammissibile è ciò che i grillini hanno fatto a Siri: l'hanno dimissionato senza neppure un avviso di garanzia" ha concluso.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vacanze
FERIE

In vacanza a settembre 3 italiani su 10

Come cambiano i flussi turistici: giovedì a Roma un convegno sulle prospettive di un settore-chiave (5% del pil)
Test dell'Hiv
MESSINA

Nasconde l'Hiv e contagia 4 donne

Una di loro, l'ex compagna da cui aveva anche avuto un figlio, è poi morta
SANITÀ

Muore per una semplice trasfusione

Secondo le prime indagini, alla base uno scambio d'identità
La certificazione del record (foto Ansa)
RECORD

Il profiterole da Guinness è Made in Italy

Per realizzare la torta i pasticcieri di Latina hanno usato novemila bigné. Il primato precedente era svizzero
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
GOVERNO

Conte II, giurano i sottosegretari

La cerimonia si è tenuta a Palazzo Chigi
Norcia, terremoto del 2016
TERREMOTO

Scossa 3.0 in Umbria

Quattro eventi nel giro di 20 minuti con epicentro a Norcia
PENSIONE

Riscatto laurea: si studia sconto anche per lavoratori pre-1996

La norma attuale prevede agevolazioni per chi versa i contributi da dopo il 1996. Nel 2019 già 32mila domande
Willy il Coyote e Bee-Beep - Foto © Looney Tunes
TELEVISIONE

Buon compleanno Willy il Coyote, 70 anni senza arrendersi

Il 16 settembre 1949 nasceva dalla penna di Chuck Jones il cartone animato-simbolo della ricerca della felicità