GIOVEDÌ 06 DICEMBRE 2018, 11:06, IN TERRIS


ISTAT

Resta l'allarme povertà

Nel 2017 un italiano su 4 si trovava al di sotto della soglia d'indigenza

ALBERTO TUNO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Un povero
Un povero
N

el 2017 un italiano su 4 (il 20,3%) risultava a rischio di povertà e il 10,1% si trovava in condizioni di grave deprivazione materiale. E' quanto rileva l'Istat nel report sulle "Condizioni di vita, reddito e carico fiscale delle famiglie" relativo allo scorso anno, spiegando che complessivamente la popolazione a rischio è pari al 28,9%, in diminuzione rispetto al 30,0% del 2016.


Dettaglio

Nello specifico, sottolinea l'Istat, il 20,3% dei residenti nel 2017 faceva parte di famiglie il cui reddito disponibile equivalente nel 2016 era inferiore alla soglia di rischio di povertà, pari a 9.925 euro (il 60% della mediana della distribuzione individuale del reddito disponibile equivalente). Il 10,1% si trovava in condizioni di grave deprivazione materiale (in forte diminuzione rispetto al 12,1% dell'anno precedente), mostrava cioè almeno quattro dei nove segnali di deprivazione previsti; l'l'11,8% (12,8% nel 2016) vive in famiglie a bassa intensità di lavoro, ossia formate da persone di età compresa tra i 18 e i 59 anni che nel 2016 avevano lavorato meno di un quinto del tempo". 


Reddito medio

Nel 2016, invece, il reddito netto medio annuo per famiglia, esclusi gli affitti figurativi, era pari a 30.595 euro, circa 2.550 euro mensili (+2% in termini nominali e +2,1% in termini di potere d'acquisto rispetto al 2015; nel 2016 la variazione dei prezzi al consumo e' stata pari a -0,1%). La crescita ha interessato tutte le fasce di reddito ma è stata più accentuata nel quinto di famiglie meno abbienti, dopo il marcato calo del 2015. Al netto degli affitti figurativi, l'Istat stima quindi che il rapporto tra il reddito equivalente totale del 20% più ricco e quello del 20% più povero si sia ridotto da 6,3 a 5,9, pur rimanendo al di sopra dei livelli pre-crisi (nel 2007 era 5,2). Metà delle famiglie residenti in Italia percepiva un reddito netto non superiore a 25.091 euro l'anno (circa 2.090 euro al mese; +2,3% rispetto al 2015). Il reddito mediano è cresciuto in tutte le ripartizioni: da +0,6% del Nord-ovest a +3,9% del Nord-est.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il duomo di Genova
SOLIDARIETÀ

Genova, per sostenere il Museo Diocesano basta un clic

Ai mecenati giungono costanti informazioni sullo stato delle opere
Un traghetto in un porto laziale
SCIOPERO

Settimana di caos per il trasporto pubblico

Tra il 24 e il 26 luglio, treni, aerei e navi rimarranno fermi
Cittadini newyorkesi cercano refrigerio nelle fontane pubbliche
ESTATE ASSASSINA

Emergenza caldo negli Usa, la prima vittima è un atleta

Stati Uniti stretti nella morsa rovente, le città dispongono piani d'assistenza
Francesco Cassardo (a destra) e Cala Cimenti
PAKISTAN

Corsa contro il tempo per Francesco, precipitato a seimila metri di quota

Da ieri, il giovane alpinista di Rivoli versa in gravi condizioni su un monte in Pakistan
La manifestazione No Tav
ALTA VELOCITÀ

Scontri in Val Susa, 20 denunciati

Scattano i primi provvedimenti dopo la notte di violenze
Conte in una visita al Parlamento Europeo
LA LETTERA

Salvini e Conte: è scontro sull'autonomia

Il governo è in bilico, Zaia: “Se non si fa il governo non ha senso”
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
INCUBO TRATTA

Sgominata rete di prostituzione nel teramano

Le ragazze, alcune giovanissime, erano soggiogate attraverso riti voodoo e metodi coercitivi
Decollo di un aereo della British Airways
ALLERTA TERRORISMO

Allerta terrorismo, sospesi i voli per il Cairo

Le compagnie aeree Lufthansa e British Airways hanno interrotto il traffico per "ragioni di sicurezza"
Il duomo di Reggio Calabria
CULTURA

L'ultima iniziativa del Museo Diocesano di Reggio Calabria

Un percorso eccezionale, reso unico da un divulgatore speciale

Un grande programma di governo!

Idati parlano chiaro ed i conti non tornano. L’economia sommersa non dichiarata dagli italiani equivale a 119...