GIOVEDÌ 23 LUGLIO 2015, 15:35, IN TERRIS

PROCESSO ILVA: VENDOLA ALLA SBARRA PER CONCUSSIONE AGGRAVATA

Rinviato a giudizio l'ex presidente della Regione Puglia nell'inchiesta "Ambiente svenduto". "Ho la coscienza pulita"

FRANCESCO VOLPI
PROCESSO ILVA: VENDOLA ALLA SBARRA PER CONCUSSIONE AGGRAVATA
PROCESSO ILVA: VENDOLA ALLA SBARRA PER CONCUSSIONE AGGRAVATA
Nichi Vendola è stato rinviato a giudizio nell'ambito del processo "Ambiente svenduto" che inizierà il prossimo 20 ottobre. Si tratta del caso giudiziario riguardante il disastro ecologico prodotto dall'Ilva di Taranto. Assieme all'ex governatore della Puglia finiscono alla sbarra 46 imputati, di cui 43 persone e 3 società. Tra questi ci sono alcuni rappresentanti della famiglia Riva - Claudio e Nicola, ancora detenuto dopo un periodo di latitanza a Londra - proprietaria dello stabilimento e dirigenti, ufficiali ed occulti che secondo l'accusa hanno spremuto lo stabilimento al massimo a scapito di salute e ambiente. Undici imputati a processo risponderanno di associazione per delinquere, una quindicina di disastro ambientale ed avvelenamento di sostanze alimentari.

Vendola è accusato di concussione aggravata per presunte pressioni ai danni dell'Arpa a favore del siderurgico. A giudizio con le stesse accuse l'ex presidente della Provincia di Taranto Gianni Florido, che secondo i pm avrebbe fatto pressioni su due dirigenti all'Ambiente per favorire il rilascio di autorizzazioni alle discariche dell'Ilva. Il leader di Sel ha detto di avere "la coscienza pulita". Rinvio a giudizio anche per il sindaco di Taranto Ippazio Stefàno, cui viene contestato l'abuso d'ufficio per non aver assunto misure contro l'inquinamento. Accuse di omicidio colposo invece per i dirigenti. Quest'ultima imputazione si riferisce alla morte di due operai nel 2013, avvenuta all'interno dello stabilimento.

Cinque persone coinvolte hanno optato per il giudizio abbreviato. Condanna a 3 anni e 4 mesi (la procura ne chiedeva 8) per l'ex consulente della procura e dirigente Arpa Roberto Primerano, accusato di falso e concorso in disastro ed avvelenamento. Condanna a 10 mesi (la richiesta era di 2 anni) per don Marco Gerardo, all'epoca segretario del vescovo accusato di favoreggiamento nei confronti di Girolamo Archinà, l'ex potentissimo responsabile delle pr dell'Ilva. Assolti l'ex assessore regionale all'ambiente Lorenzo Nicastro ed il luogotenente dei carabinieri Gianni Bardaro. Più di ottocento le parti civili costituite contro gli imputati. Fra queste due ministeri, Regione Puglia, Provincia e Comune di Taranto, il partito dei Verdi, associazioni ambientaliste, cittadini residenti nei quartieri più colpiti dall'inquinamento. Il conto dei danni presentato supera i 30 miliardi di euro.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'indizio nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...
Rex Tillerson
CRISI COREANA

Tillerson apre a Pyongyang

Il segretario di Stato: "Disponibili a colloqui ma serve un periodo di tranquillità"
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.