LUNEDÌ 06 LUGLIO 2015, 004:50, IN TERRIS

PRESSIONI E INTIMIDAZIONI, L'INFERNO DEGLI AMMINISTRATORI LOCALI

Due iniziative legislative per modificare il codice penale, il codice di rito ed il testo unico sulle elezioni locali, introducendo il reato di attentato

EDITH DRISCOLL
PRESSIONI E INTIMIDAZIONI, L'INFERNO DEGLI AMMINISTRATORI LOCALI
PRESSIONI E INTIMIDAZIONI, L'INFERNO DEGLI AMMINISTRATORI LOCALI
Amministratori locali sotto attacco, soprattutto nel Mezzogiorno. L'asticella si è andata via via alzando: violenze, intimidazioni, minacce, fino ad arrivare all'omicidio. Negli ultimi anni ci sono stati 130 assassinii politici, 70 casi di dimissioni, più di 80 decreti di scioglimento dei Consigli comunali. Per contrastare un fenomeno in crescita il Pd si è mosso in Parlamento con due proposte di legge che vedono come primi firmatari Romina Mura e Francesco Sanna.

Le due iniziative legislative modificano il codice penale, il codice di rito ed il testo unico sulle elezioni locali, introducendo il reato di attentato contro gli amministratori locali, di violenza contro i candidati alle elezioni, un'aggravante specifica e l'arresto in flagranza. Un intervento legislativo che i due parlamentari dem considerano urgente "per garantire il libero dispiegarsi del gioco democratico nei comuni, ponendo un argine ad un fenomeno che colpisce soprattutto il Mezzogiorno".

E non è un caso che i due deputati siano sardi: tra le Regioni maggiormente colpite infatti, come si ricava dal lavoro della commissione di indagine ad hoc del Senato, proprio la Sardegna con ben 136 atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali tra il 2013 e il 2014 e il 10,8 per cento del totale degli episodi registrati in Italia.

L'isola e' la quarta regione dopo Sicilia (211 pari al 16,7 per cento), Puglia (163 pari al 12,9 per cento) e Calabria (155 pari al 12,3 per cento) per incidenza del fenomeno che a livello nazionale ha toccato i 1.265 casi nei due anni di riferimento. Il dato numerico delle intimidazioni per centomila abitanti modifica pero' la classifica delle regioni e la Sardegna, con una popolazione di 1 milione 640mila 379 abitanti, risulta al primo posto con l'8,3 per cento sul totale, seguita da Calabria e Sicilia.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"