MARTEDÌ 16 OTTOBRE 2018, 09:37, IN TERRIS


MANOVRA

Piazza Affari positiva, spread sotto i 300 punti

Ieri il varo della manovra da parte del governo. Accordo raggiunto sulla pace fiscale

FRANCESCO VOLPI
L'andamento dello spread
L'andamento dello spread
M

eno fibrillazioni sui mercati a poche ore dal varo della Legge di Bilancio da parte del Consiglio dei ministri. Lo spread dopo aver chiuso a 304 apre a 301 per poi scendere sotto la soglia dei 300 punti base, con il rendemento decennale dei Btp al 3,4%. 


Piazza Affari

Positiva la Borsa di Milano. A Piazza Affari tengono le banche mentre è in forte rialzo Enel (+3,1%) che si prepara a salire fino ad un massimo del 5% nella controllata cilena Enel Amèricas. In forte rialzo Ferragamo (+3,6%), A2a (+2,6%) e Italgas (+2,5%). Si mettono in mostra anche Tim, Mediaset e Saipem (+1,9%). Tra le banche svetta Carige (+3,7%). Bene anche Ubi, Banco Bpm e Intesa (+1,4%), Unicredit (+0,7%) e Bper (+0,6%), mentre è piatta Mps (-0,03%). In luce i titoli legati al petrolio con Tenaris (+0,7%) ed Eni (+0,4%). Marcia in terreno positivo Astaldi (+2,4%). Nel listino principale unico titolo in calo è Buzzi Unicrem (-0,8%).


Manovra

Ieri, come aniticipato, l'ok del governo sulla manovra. Di seguito i punti principali. 

Stop Iva

Previsto lo stop totale dell'aumento dell'Iva che sarebbe dovuto scattare dal 2019 e quello parziale per il biennio successivo.

Pace fiscale

Accordo raggiunto sulla pace fiscale. Sarà prevista un'aliquota al 20% per sanare il pregresso di chi ha già presentato la dichiarazione dei redditi. E si potrà optare per la dichiarazione integrativa per far emergere fino a un massimo del 30% in più rispetto alle somme già dichiarate e comunque entro un tetto di 100.000 euro. Per ridurre il contenzioso, si potranno inoltre sanare le liti con il fisco pagando senza sanzioni o interessi il 20% del non dichiarato in 5 anni in caso di vittoria del contribuente in secondo grado o il 50% in caso di vittoria in primo grado. In arrivo anche il condono delle mini cartelle sotto i mille euro dal 2000 al 2010. E la rottamazione ter delle cartelle Equitalia saranno cancellati sanzioni e interessi.

Pensioni d'oro

M5s e Lega hanno raggiunto un'intesa di massima per inserire nella legge di bilancio il taglio delle pensioni d'oro, sopra i 4.500 euro netti al mese. Ma la proposta di legge all'esame della Camera, secondo quanto riferiscono fonti governative, sarà corretta. Per finanziare il reddito di cittadinanza i 5 Stelle puntavano a introdurre nel decreto fiscale anche i tagli alle pensioni d'oro. Una mossa stoppata dai leghisti che hanno dato un sostanziale via libera alla misura in manovra ma con dei paletti. Salvini e i suoi, infatti, non intendono colpire gli assegni sotto i 4.500 euro, obiettivo degli alleati di governo che avrebbero voluto mettere mano anche alle pensioni sui 3.000-3.500 euro. Fonti M5s hanno fatto sapere che è previsto un miliardo dalle pensioni d'oro in tre anni a copertura nella legge di Bilancio, il che vuol dire un taglio agli assegni sopra i 4.500 euro netti al mese. 

Pensioni, quota 100

Con quota 100 potrà andare in pensione chi ha 62 anni e 38 anni di contributi. A beneficiare della misura dovrebbero essere 400.000 persone.

Reddito di cittadinanza

Il reddito e le pensioni di cittadinanza partiranno nei primi tre mesi del 2019. Il contributo da 780 euro secondo quanto è stato annunciato verrà caricato sul bancomat e ci sarà un monitoraggio degli acquisti. La misura costa 9 miliardi a cui si aggiunge un miliardo per il rafforzamento dei centri per l'impiego.

Flat tax

Flat tax al 15% per gli autonomi. L'obiettivo è estendere la platea dei professionisti che optano per il regime di trasparenza con ricavi fino a 65.000 euro. Dai 65.000 ai 100.000 euro si pagherebbe un 5% addizionale. Le start up e le attività avviate dagli under 35 avrebbero uno sconto al 5%. Il costo è di circa 600 milioni il primo anno e di 1,7 miliardi a regime.

Sgravi Ires

L'aliquota al 24% scenderà di 9 punti sugli investimenti in ricerca e sviluppo, in macchinari e in assunzioni stabili. La misura dovrebbe costare 1,5 miliardi di euro.

Sigarette elettroniche

Arrivano norme per chiudere il pregresso sulle sigarette elettroniche.

Ministeri e immigrati

Per i ministeri previsto un taglio di spesa di un miliardo di euro l'anno. Raggiunto l'accordo anche per tagliare le spese destinate all'accoglienza dei migranti di oltre un miliardo e 300 milioni di euro per il triennio: oltre 500 milioni a partire dal 2019.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TURCHIA

Terremoto magnitudo 5.5, nessuna vittima

Colpita la provincia di Denizli, danneggiate alcune case in legno
Nicola Zingaretti

Noblesse oblige

Appena eletto a Segretario nazionale del Partito Democratico, su Nicola Zingaretti immediatamente un settimanale...
La stretta di mano fra i due presidenti
USA

Trump riceve Bolsonaro, intesa a Washington

Primo faccia a faccia fra i due presidenti: commercio, Venezuela e Nato al centro dei colloqui
Lorenzo Orsetti
SIRIA

Recuperato il corpo di Lorenzo Orsetti

Lo conferma suo padre. Il combattente italiano in un video: "Rifarei questa scelta cento volte"
La nave
MIGRANTI

Salvini: "Non è salvataggio, ma traffico esseri umani"

Così il vicepremier a proposito della "Mare Ionio", ancora al largo delle coste libiche
L'ambasciatore Usa Grenell
LO SCONTRO

Berlino e Washington ai ferri corti

Huawei e spese militari, rapporti tesi. Chiesta l'espulsione dell'ambasciatore Usa