VENERDÌ 31 LUGLIO 2015, 18:50, IN TERRIS

PD SPACCATO, RENZI: "ABBIAMO I NUMERI PER ANDARE AVANTI"

Il premier dopo l'incidente sulla riforma Rai: "Dal Senato è arrivato un segnale politico. Ognuno si assuma le sue responsabilità"

LUCA LA MANTIA
PD SPACCATO, RENZI:
PD SPACCATO, RENZI: "ABBIAMO I NUMERI PER ANDARE AVANTI"
"Un evidente segnale politico". Così Matteo Renzi ha definito il voto sulla Rai di giovedì che ha mandato sotto il suo governo. Ma questo, ha spiegato il premier al termine del Consiglio dei Ministri, non mette in difficoltà il governo che ha Palazzo Madama ha ancora i numeri per andare avanti. Anche se, ha chiarito mandando un messaggio ai ribelli, l'obiettivo di tutti non dovrebbe essere quello di "passare il tempo a dare messaggi ma quello di cambiare il Paese". Nessun dubbio, in ogni caso, sul dolo da parte della minoranza Pd: "Sembrerebbe abbastanza strano che il voto di coscienza sulle riforme costituzionali casualmente fosse lo stesso anche su un emendamento della Rai o su un posizionamento congressuale. E' evidente che una parte del Pd ha voluto approfittare di molte assenze per dare un messaggio".

Il fastidio per quanto accaduto Renzi non lo ha nascosto: "Credo che le polemiche all'interno del Pd dovrebbero essere gestite dentro il gruppo del Pd e - a meno che non ci siano episodi di voti di coscienza - uno all'interno dell'azione parlamentare dovrebbe fare ciò che viene deciso all'interno del gruppo. Quando noi eravamo minoranza abbiamo fatto questo". Detto questo, "se qualcun altro vuol fare in un altro modo se ne assuma le responsabilità, lo dica. Però i numeri ci sono lo stesso: certo, ieri mancavano novanta senatori, era in corso la direzione Ncd, il governo era tutto fuori dall'aula... Andiamo avanti più convinti e più decisi di prima. Qui c'è un patto che noi abbiamo con gli italiani". Nessun riferimento a possibili elezioni anticipate, a causa delle fibrillazioni del Pd. Anzi, in pubblico Renzi - parlando dei nuovi vertici Rai che verranno nominati a breve, ha ribadito che si voterà "a febbraio" del 2018: "Siccome le elezioni ci saranno a febbraio (2018, ndr), sarà il nuovo Parlamento a varare il nuovo Cda".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"