VENERDÌ 26 GENNAIO 2018, 23:00, IN TERRIS


VERSO LE ELEZIONI

Pd, ancora caos sulle liste

Minoranza insoddisfatta, continuano le trattative al Nazareno. Slitta la candidatura di Boschi a Bolzano

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Roma, la sede del Partito democratico in Largo del Nazareno
Roma, la sede del Partito democratico in Largo del Nazareno
"I

o fuori? Così pare... Non ho avuto nessuna rassicurazione ma è evidente che non si possono accettare veti. Sentiremo la direzione". Parole emblematiche quelle di Cesare Damiano, rilasciate ai cronisti in ingresso alla sede del Nazareno per la direzione che dovrebbe fornire una visione più o meno chiara delle liste ufficiali del Partito democratico per le elezioni del prossimo 4 marzo: il clima di incertezza in casa dem è ancora molto accentuato con le parti (quelle di Renzi, Orlando ed Emiliano) che sembrerebbero ancora distanti. Nessun incontro con Orlando nel pomeriggio, contrariamente a quanto diffuso inizialmente: a riferirlo è stato il portavoce di Matteo Renzi, Marco Angioletti, il quale ha parlato di una notizia "completamente priva di fondamento". L'impressione è che sull'accordo ci sarà ancora da lavorare: le liste saranno presentate lunedì ma sullo scioglimento dei nodi fra le tre branche del Pd sembrano esserci ancora dei dubbi. Una soluzione, solo paventata, sembrerebbe essere il restringimento delle caselle. Nella sede dem si continua a trattare.


La giornata al Nazareno

Sono servite a poco le riunioni fiume andate avanti tutta la notte nella sede di Largo del Nazareno: gli incontri tra il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, con le aree di Michele Emiliano e Andrea Orlando si sono di fatto concluse con un nlla di fatto, tanto da far slittare la presentazione della candidatura di Maria Elena Boschi a Bolzano. Le trattative sono tuttora in corso, con la seduta della direzione nazionale, inizialmente prevista per le ore 16, posticipata ulteriormente (alle 20, poi alle 22.30) per consentire al leader del Pd di trovare un'intesa con l'ala del partito guidata dal ministro Orlando. L'arrivo di Boschi nella città altoatesina, a questo punto, slitta a lunedì prossimo: "Dobbiamo individuare i candidati migliori per ogni collegio - ha spiegato il senatore Andrea Marcucci a 'Skytg24 -, tenendo conto di tutte le esigenze di una coalizione che sarà ovunque competitiva. Nessun psicodramma in corso, qualche ora di tempo in più per arrivare all'obiettivo".


Proposta insoddisfacente

E' stata una giornata intensa al Nazareno, dove si sono susseguiti incontri e mini-vertici fra i vari esponenti del Partito democratico, molti dei quali ancora in dubbio sulle liste che saranno presentate alle prossime elezioni. L'intento è cercare di far convergere gli interessi dei tre schieramenti interni, motivo per il quale Renzi continua a trattare con i reticenti della minoranza dem: la proposta, al momento, è la garanzia di circa 15 seggi sicuri per l'area Orlando e di altri 6 o 7 per quella di Emiliano. Un'offerta giudicata insoddisfacente da entrambe le parti.


Giachetti: "Rinuncio al plurinominale"

In piena impasse politica è intervenuto anche il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, che in un post su Facebook si è rivolto al segretario del partito spiegando che "in tutti i prospetti che girano sulle candidature c'è una casella sul proporzionale con un nome certo: Giachetti. Sarei ipocrita se ti dicessi che la cosa non mi faccia piacere: penso che, in qualche modo, sia il riconoscimento di un impegno nel partito, e più in generale in politica, che mai mi era stato riconosciuto in passato. Di questo non posso che ringraziare". L'ex aspirante sindaco di Roma, però, ha anche sottolineato come tale casella "non corrisponde alla mia storia, alla mia cultura, al mio sentire... Quel paracadute sarebbe per me un vestito sgualcito e stretto, un trapianto di pelle, un cibo avariato. Non lo voglio. Penso che sia mio dovere fare l'unica cosa che potrebbe rappresentare un valore aggiunto per il centro sinistra, e non la penalizzazione di un vero rinnovamento. Non voglio essere un tappo. Non sarò un tappo. Rinuncio al plurinominale. Rinuncio al paracadute. Ti chiedo di lasciarmi libero di giocarmela senza paracadute, senza reti di protezione, senza garanzie". 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca