GIOVEDÌ 16 GIUGNO 2016, 18:00, IN TERRIS

"NON CE LA FACCIO PIU'", SI UCCIDE UN ALTRO RISPARMIATORE

L'uomo, un ex operaio di 69, si è suicidato con un colpo di fucile. Aveva perso soldi in un investimento bancario

DANIELE VICE
"NON CE LA FACCIO PIU'", SI UCCIDE UN ALTRO RISPARMIATORE
Un ex operaio, di 69 anni, si è tolto la vita nella sua abitazione a Montebello Vicentino, sparandosi un colpo d'arma da fuoco. In un biglietto l'uomo ha scritto "non ce la faccio più", dando poi indicazioni sul suo funerale. Pare che l'uomo fosse molto malato. L'avv. Renato Bertelle, che difende azionisti della Banca popolare di Vicenza, ha riferito che l'ex operaio, assieme al fratello, si era rivolto al suo studio per una consulenza. "E' solo il primo - ha detto - speriamo che non ce ne siano altri".

Secondo quanto emerso dagli accertamenti dei carabinieri, l'ex operaio aveva perso una cospicua somma negli investimenti bancari, anche se risulta avesse ancora significativi risparmi di denaro. Da tempo soffriva di problemi di salute a causa di varie patologie che gli creavano forti preoccupazioni sul proprio futuro, incidendo particolarmente sull'aspetto emotivo.

L'ipotesi che il suicidio sia legato alla perdita di parte dei risparmi sarebbe stata fatta, secondo quanto si è appreso, anche da un familiare nei momenti successivi alla scoperta della morte del congiunto. La notizia del suicidio è stata comunicata alla procura della repubblica di Vicenza. L'uomo si è sparato con una pistola revolver regolarmente detenuta. Il procuratore della Repubblica berica, Antonino Cappelleri, che coordina l'inchiesta sulla passata gestione della BpVi, appresa la notizia, ha espresso un "grandissimo rispetto per la persona che si è tolta la vita. Agli altri azionisti posso solo dire che stiamo facendo di tutto per fare chiarezza e per arrivare in fondo al procedimento penale".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie
SANITÀ

Allarme vaccini: i centri sono in tilt

Crisi dovuta alla legge sull'obbligo e all'assenza di personale. E prosegue la polemica politica
Emma Bonino
ELEZIONI

Bonino promette: "Sanatoria per gli immigrati irregolari"

La leader radicale vuole risolvere così il problema dei 500mila clandestini
Germania, scuolabus si schianta contro il muro di una casa
STOCCARDA

Scuolabus si schianta contro una casa: 47 feriti

Sei bambini sarebbero in gravi condizioni
Giuseppe Sala, sindaco di Milano ed ex amministratore di Expo
EXPO MILANO

Sala: chiesto il rinvio a giudizio per abuso di ufficio

Per l'affidamento diretto alla Mantovani spa della fornitura di 6mila alberi
Il commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici
UNIONE EUROPEA

Moscovici: "In Italia c'è rischio politico per l'Ue"

Il commissario Ue agli Affari economici: "Siamo usciti dall'era delle grandi crisi europee"
Simone Verdi e Lucas Moura
CALCIOMERCATO

Napoli: Verdi rifiuta, l'alternativa è Lucas Moura

Il Bologna punta a rinforzarsi: la società emiliana punta al ritorno di Gabbiadini
Bambino impaurito
SUSA

Bimbi maltrattati all'asilo: maestra arrestata

La denuncia partita da un'altra operatrice scolastica