GIOVEDÌ 07 LUGLIO 2016, 15:58, IN TERRIS

NIGERIANO UCCISO A FERMO, ALFANO: "STRONCARE IL GERME DEL RAZZISMO"

Il ministro dell'interno nelle Marche per presiedere il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica

AUTORE OSPITE
NIGERIANO UCCISO A FERMO, ALFANO:
NIGERIANO UCCISO A FERMO, ALFANO: "STRONCARE IL GERME DEL RAZZISMO"
E' accusato di omicidio preterintenzionale aggravato dalla finalità razzista l'uomo che che è stato fermato nella città di Fermo, nelle Marche, per aver causato la morte del nigeriano Emmanuel Chidi Namdi, il richiedente asilo nigeriano, pestato a sangue per aver difeso la moglie dagli insulti razzisti dell'ultrà.

Il ministro dell'interno Angelino Alfano è arrivato oggi nella cittadina marchigiana per presiedere il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura ha sottolineato, durante una conferenza stampa, come le indagini siano subito state condotte nella giusta direzione. "L'Italia, le Marche e Fermo non sono rappresentate da Amedeo Mancini", cioè l'uomo fermato per l'omicidio, ha dichiarato Alfano, "ma dalla commozione e dalle lacrime che il sindaco di questa città ha versato durante il Comitato, dicendomi che questa non è Fermo".

"La comunità di Fermo che oggi rappresenta simbolicamente, è rappresentata da questo sindaco, dal suo dolore e dalla sua rabbia - ha continuato il titolare del Viminale - e da chi ieri ha partecipato alla fiaccolata per dire che fermo e l'Italia sono luoghi dell'accoglienza e di umanità e che il grande cuore dell'Italia e degli italiani non è rappresentato da chi ha commesso l'omicidio".

"Siamo qui - ha concluso - per dare un segno forte e chiaro per scongiurare ogni ipotesi di viralità e contagio, perché sappiamo che da questo episodio seminando odio si può raccogliere sangue. Sappiamo che il germe del razzismo va stroncato prima che semini il proprio frutto avvelenato".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Papa Francesco incontra il clero locale nella Cattedrale di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"In Gesù le nostre piaghe sono risorte"

Testo integrale del discorso del Pontefice ai religiosi, consacrati e seminaristi nella Cattedrale di Santiago
Papa Francesco nel Carcere femminile di Santiago del Cile benedice i bambini Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"La maternità non è e non sarà mai un problema"

Il Pontefice in visita al carcere femminile di Santiago: "La sicurezza pubblica si costruisce con il lavoro"
Papa Francesco saluta le detenute del Carcere femminile di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"Siete privi di libertà non della dignità"

Testo integrale del saluto del Pontefice alle detenute del Carcere Femminile di Santiago del Cile
Milano, i Vigili del fuoco sul luogo della tragedia
TRAGEDIA SUL LAVORO

Milano, tre operai morti intossicati in fabbrica

Si aggrava il bilancio dell'intossicazione nello stabilimento metalmeccanico: gravissimo il quarto lavoratore
Kosovska Mitrovica, la scena del crimine
KOSOVO|LEADER SERBO UCCISO

Tensione alle stelle tra Belgrado e Pristina

Oliver Ivanovic assassinato a Kosovska Mitrovica. Vucic ritira la delegazione da Bruxelles
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie