MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE 2019, 19:01, IN TERRIS

TESORI D€ITALIA

Nella Città dei Sassi la Borsa del turismo culturale

Per quattro giorni a Matera si incontreranno oltre 500 operatori del settore provenienti da tutto il mondo

GIACOMO GALEAZZI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
P

er quattro giorni Matera diventa il centro del turismo e della cultura. Nella Città dei Sassi, a partire dal 16 novembre, fino a martedì 19 novembre, si incontreranno oltre 500 operatori del settore, in occasione della "VIII Borsa internazionale del turismo culturale" e della "IV Borsa Food & Drink" di Mirabilia Network. “Da Portovenere a Pienza, da Aquileia alle Isole Eolie, passando per Pavia, Benevento e Sassari: sono solo alcuni dei siti Unesco che, unendo le forze, metteranno in mostra le qualità culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche del proprio territorio nell'ambito della VIII Borsa Internazionale del Turismo Culturale e della IV edizione della Borsa Food & Drink organizzate da Mirabilia Network a Matera il 18 e 19 novembre - riferisce l’Ansa -. Mettendo insieme turismo e promozione culturale con un approccio al tempo stesso locale e internazionale, questa due giorni nella Città dei Sassi permetterà occasioni di confronto e di business per 100 buyer accreditati (provenienti dall'Italia e dall'Europa, ma anche da Usa, Giappone, Russia e Corea del Sud), 147 aziende del settore enogastronomico e 137 di quello turistico operanti in un territorio che accoglie un sito Unesco, in un fitto programma composto da 1020 appuntamenti one to one”.


Patrimonio dell’umanità

L'obiettivo è quello di far conoscere in Italia e all'estero i luoghi patrimonio dell'umanità magari meno conosciuti, ma non per questo non degni di attenzione né meno appetibili da un punto di vista economico: basti pensare che nelle aree in cui si trovano 54 siti Unesco italiani non solo si raggruppa il 28% delle nostre imprese, ma questi luoghi di bellezza nel 2018 hanno attirato il 44,1% delle presenze turistiche che arrivano in Italia, per la maggior parte stranieri (60,7% contro 43,4% del resto del Paese). Dal 2014 al 2018 poi le presenze turistiche nei siti Unesco sono cresciute del +17,0%, 5,8 punti in più rispetto al resto dell'Italia (+11,2%). L'idea dell'organizzatore Mirabilia Network, l'associazione nazionale che promuove i luoghi riconosciuti dall'Unesco come Patrimonio dell'Umanità (i cui partner sono Unioncamere e 16 Camere di commercio italiane, Camera di commercio della Basilicata come ente capofila e Camere di commercio di Messina, Bari, Benevento, Caserta, Crotone, Genova, Molise, Pavia, Perugia, Riviere di Liguria, Sassari, Sud Est Sicilia, Pordenone-Udine, Venezia Giulia e Verona), è quella di sfruttare l'interesse destato “dal connubio tra turismo, enogastronomia e artigianato, tutte eccellenze dei luoghi Unesco meno noti”, spiega all’Ansa Angelo Tortorelli, presidente di Mirabilia Network, sottolineando che «dal 2020 ci sarà un salto di qualità con il progetto che diventerà europeo».


Prodotti dell’artigianato

Del resto l'associazione è “nata nel 2012 dal basso, ascoltando i territori e il tessuto imprenditoriale, per creare una rete in cui i luoghi patrimonio dell'umanità possano proporsi insieme a un mondo di viaggiatori pronti a conoscere tesori nascosti”, afferma all’Ansa Vito Signati, coordinatore di Mirabilia Network, “questo è un sistema di territori in cui i siti lavorano in sinergia e non si contrastano, per mostrare un'Italia che ancora resta sommersa”. A Matera si entrerà nel vivo del programma con il convegno “I siti Unesco e i territori in rete: la valorizzazione attraverso la cultura, il turismo e l'enogastronomia" e la conferenza internazionale “International conference sustainable and innovative business model to promote Unesco sites, creative culture & tourism across europe”. Ma già il 16 e 17 novembre i temi del turismo e della cultura saranno affrontati nella prima edizione del programma di formazione «Destination Matters - People change destinations», una serie di lezioni pratiche dedicate ai temi del destination marketing e dello sviluppo locale. In occasione della Borsa, evidenzia l’Ansa, anche quest'anno sarà assegnato il premio “Mirabilia ArtinArt”, per valorizzare i prodotti dell'artigianato artistico e tradizionale, con l'obiettivo di rendere il lavoro degli artigiani parte integrante degli itinerari del turismo culturale.


Protocollo firmato

Prende il via “Pmi Day 2019”, la giornata della piccola e media impresa organizzata in tutta Italia da Confindustria all’interno della settimana della Cultura d’Impresa che giunge quest’anno alla decima edizione. In Sicilia saranno oltre mille gli studenti di una cinquantina di classi provenienti da 25 istituti superiori delle province di Palermo, Trapani, Agrigento, Messina, Caltanissetta e Ragusa, che visiteranno 30 aziende di tutti i settori (turismo, agroalimentare, sistemi informatici, edilizia, energie rinnovabili, lapideo, packaging, sanità e trattamento acque e rifiuti), cui si aggiungono gli incontri presso le delegazioni territoriali. Una collaborazione imprese-scuola suggellata, quest’anno, anche dal protocollo firmato tra Piccola Industria di Sicindustria e l’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia. Negli ultimi dieci anni le piccole e medie imprese siciliane, puntualizza l’Adnkronos, hanno aperto le loro porte a quasi 10mila ragazzi per raccontarsi e mostrare cosa significa fare impresa. "L’obiettivo di questa giornata – spiega all’Adnkronos Vincenzo Adragna, coordinatore dei Comitati della Piccola industria di Sicindustria – è quello di raccontare le fabbriche, il loro ruolo produttivo e sociale, mostrare come nasce un prodotto o un servizio, come un’idea si trasforma in progetto e la passione in risultato. Oggi più che mai è importante mostrare ai ragazzi quello che fa un’azienda, solo così i giovani potranno essere consapevoli del valore sociale delle imprese, ne comprenderanno l’importanza per l’economia del territorio e avranno un esempio concreto di ciò che passione, creatività, perseveranza possano realizzare in termini di libera iniziativa". Un passaggio fondamentale soprattutto in Sicilia dove il tasso di disoccupazione è del 20%, con punte superiori al 50% proprio tra i giovani. Ma non solo. In 10 anni la Sicilia ha perso 50 mila laureati under 35 per via di un fenomeno migratorio che non accenna a diminuire. Un danno al quale si aggiunge la beffa: secondo il rapporto Excelsior di Unioncamere-Infocamere e Anpal infatti il 21% dei posti di lavoro resta vacante perché le imprese siciliane continuano ad avere enormi difficoltà nel reperire figure professionali adeguate.  


Diffusione della cultura d’impresa

"Avvicinare gli studenti alle imprese – aggiunge Adragna – serve anche ad indirizzarli su percorsi formativi in grado di permettere loro di poter più facilmente trovare un lavoro. Quest’anno abbiamo avviato una sinergia costruttiva con l’Ufficio scolastico regionale grazie alla quale avremo la possibilità di collaborare con le scuole in diverse iniziative, consapevoli che soltanto attraverso la diffusione della cultura d’impresa è possibile avviare un cambio di passo e rilanciare l’economia regionale". Le visite aziendali potranno essere seguite anche su Twitter e Facebook sulle pagine social di Sicindustria. Gli hashtag del Pmi Day 2019 sono: #pmiday2019 #pmidaysicindustria.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'eruzione sulla White Island in Nuova Zelanda
NUOVA ZELANDA

Eruzione sulla White Island, aperta un'inchiesta sulla morte dei turisti

La strage di turisti si è verificata a causa dell'eruzione del vulcano Whaakari
IL PUNTO

Il dibattito sulla legge di bilancio e Mes

Tempi stretti per l'approvazione della manovra. Domani voto sul fondo salva Stati
I leader al tavolo delle trattative
IL VERTICE

Zelenskij-Putin, prove di disgelo sul Donbass

I due leader si incontrano a Parigi: promesso il rilascio dei prigionieri e la smobilitazione entro marzo 2020
Un frame del video dell'opera di Banksy postato sui social
STREET ART

Il commovente murales natalizio di Banksy in un video virale

Al centro dell'opera i senzatetto soli durante le festività
Antonio Salieri e Wolfgang Amadeus Mozart (Foto di scena)
TEATRO

Amadeus, il dramma dell'uomo contro il genio

In scena al Teatro della Pergola di Firenze, dal 10 al 15 dicembre, l'opera di Peter Shaffer sotto la regia di Andrej...
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
POLITICA

Governo, una verifica dopo la Manovra

Il premier Conte dà l'ok a un confronto in maggioranza a gennaio: "Serve un cronoprogramma fino al 2023"
La Natività in cui la Sacra Famiglia è separata, realizzata dalla Claremont United Methodist Church in California
STATI UNITI

Il Presepe con la Sacra Famiglia in gabbia

L'iniziativa di una Chiesa metodista contro la politica migratoria di Trump
ANNIVERSARIO

40 anni dalla missione di solidarietà nel Sud est asiatico

Nel 1979 l'Italia soccorse un migliaio di profughi vietnamiti che vagavano per il mare con mezzi di fortuna in una drammatica...
LA GEOPOLITICA DELLA TECNOLOGIA

Washington-Pechino, guerra commerciale sui pc

La Cina ha ordinato la rimozione delle apparecchiature e dei software stranieri entro il 2022
Abitazioni e strutture lesionate
SISMA E RICOSTRUZIONE

Ecco perché la terra può tremare ancora

Il sismologo Saccorotti: "Il governo scelga se investire un euro nella prevenzione o spenderne sette nella...
I talebani hanno da sempre rifiutato i negoziati con il governo afghano, che reputano un sodale degli Stati Uniti - Foto © Sorin Furcoi per Al Jazeera
AFGHANISTAN

Perché i dieci soldati morti indeboliscono i negoziati di pace

L'attacco rivendicato dai talebani a due giorni dai colloqui di Doha
A LEZIONE DI UMANITÀ

Nelle 42 scuole Penny Wirton per imparare l’integrazione

Un docente per ogni alunno. Come funziona l’insegnamento gratuito della lingua italiana agli immigrati