VENERDÌ 11 SETTEMBRE 2015, 12:30, IN TERRIS

NAPOLI: IN CENTINAIA PER I FUNERALI DI GENNY, IL PRETE: "DOBBIAMO ALZARE LA TESTA"

Grande commozione nel rione Sanità per l'ultimo saluto al 17enne ucciso in una sparatoria domenica scorsa. La bara è stata accompagnata da un lungo applauso

AUTORE OSPITE
NAPOLI: IN CENTINAIA PER I FUNERALI DI GENNY, IL PRETE:
NAPOLI: IN CENTINAIA PER I FUNERALI DI GENNY, IL PRETE: "DOBBIAMO ALZARE LA TESTA"
Una folla commossa ha tributato l'ultimo saluto a Gennaro Cesarano, il 17enne ucciso nel quartiere sanità di Napoli durante una sparatoria all'alba di domenica scorsa. I funerali sono stati pubblici ma blindatissimi e si sono svolti alle 7.30 del mattino per volere della questura che temeva disordini e ha inviato un centinaio di agenti a presidiare la zona. I negozi del rione hanno tenuto le saracinesche chiuse e alcuni residenti, come da richiesta del parroco don Antonio Loffredo, hanno appeso un drappo nero alle finestre. Un segno di lutto in una città che sta conoscendo una nuova escalation criminale.

"Dio non manderà nessuno a salvarci, toccherà a noi. Popolo della Sanità, dobbiamo dire basta, alziamo la testa", ha detto nella sua omelia padre Alex Zanotelli, che ha concelebrato la cerimonia. "Le colpe della morte di questo nostro figlio - ha aggiunto - sono di tutti, anche della Chiesa. Non esistono Napoli diverse. Esiste una sola Napoli". Gli amici, diverse decine, del ragazzo hanno indossato una t-shirt bianca con una foto di Gennaro. All'uscita della bara, accompagnata dagli applausi della folla assiepata in piazza che non aveva trovato posto all'interno, centinaia di palloncini bianchi si sono levati in volo insieme alle lanterne cinesi su cui erano stati scritti messaggi di addio e ricordi. Dalla chiesa è partito il corteo, con il feretro portato a spalla, che ha accompagnato il 17enne fino a piazza Cavour per l'ultimo addio del quartiere.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Il luogo dell'esplosione
PRATI

Molotov contro un commissariato Ps

La bottiglia incendiaria ha colpito un vecchio furgone della polizia. Indagini in corso
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Cristiani perseguitati
GERMANIA

Cattolici e protestanti contro i nazionalismi

Presentato a Berlino il rapporto ecumenico sulla libertà religiosa dei cristiani nel mondo