MARTEDÌ 21 GIUGNO 2016, 001:30, IN TERRIS

NAPOLI, DE MAGISTRIS: "VINTO CONTRO TUTTI, ASPETTO UN CONFRONTO CON RENZI"

Il rieletto sindaco partenopeo: "Ho governato in condizioni proibitive. Siamo l'unica novità politica delle amministrative"

REDAZIONE
NAPOLI, DE MAGISTRIS:
NAPOLI, DE MAGISTRIS: "VINTO CONTRO TUTTI, ASPETTO UN CONFRONTO CON RENZI"
"Questa è una vittoria esclusiva dei nostri militanti, del nostro popolo, di Luigi De Magistris e di tutte le persone che ci hanno creduto". Lo ha detto il rieletto sindaco di Napoli durante la conferenza stampa tenuta all'hotel Mediterraneo. "Fra il primo e il secondo turno altri non hanno votato per noi, quindi non abbiamo avuto travasi di voti del partito democratico, del Movimento 5 Stelle - ha spiegato l'ex magistrato -. Mi sembra evidente tenuto contro anche dell'astensione. Abbiamo vinto anche contro il candidato governativo del partito democratico, abbiamo vinto contro il Movimento 5 Stelle, contro Gianni Lettieri che ci ha lavorato 5 anni, Forza Italia, Berlusconi, contro gran parte dello schieramento dei media. A Napoli ha vinto il voto del popolo che non è un voto di protesta, ha vinto il voto per la rivoluzione governando. Credo sia l'unica vera ed effettiva novità politica di queste elezioni amministrative".

Insomma una vittoria contro tutto e tutti, nonostante "le condizioni proibitive" con cui dice di essersi dovuto confrontare durante il precedente mandato. Tra queste anche l'ostilità mostrata dal governo Renzi, con cui, ora, dice di volersi confrontare. "Non mi interessa il conflitto - ha sottolineato - mi interessa governare. Il popolo ha dato una risposta chiara con il voto. Noi rispettiamo il governo, e vogliamo avere la massima collaborazione istituzionale. Luigi de Magistris non può prendere lezioni istituzionali da nessuno, ma per me ora è zero a zero e palla al centro. Nessuna polemica, la campagna elettorale è finita".

De Magistris, ultimo reduce della "rivoluzione arancione" che tra il 2011 e il 2013 portò all'affermazione di Giuliano Pisapia a Milano e di Ignazio Marino a Roma, ha assicurato di voler fare il "sindaco di Napoli h 24 per i prossimi 5 anni". Il capoluogo partenopeo in questo modo "diventerà una forza nazionale e internazionale".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
GENOVA

Disabile muore carbonizzato in un istituto

La vittima un 49enne con problemi psichiatrici. A provocare la tragedia potrebbe essere stata una sigaretta
La frontiera fra Italia e Austria
MIGRANTI

Austria, ecco la task-force al Brennero

Seicento agenti per monitorare la frontiera ma la situazione, al momento, è tranquilla
Andres Escobar
LA SVOLTA

Omicidio Escobar, verso la giustizia 24 anni dopo

Arrestato il presunto mandante dell'omicidio del calciatore colombiano, "colpevole" di un autogol
Papa Francesco a Puerto Maldonado Photo © Vatican Media
PAPA IN PERÙ

"Non rinunciate alla vostra vita e ai vostri sogni"

Al Hogar Principito di Puerto Maldonado l'incontro con i bambini e i ragzzi senza famiglia: "Il mondo ha bisogno di...
L'attacco dell'11 settembre 2001
11 SETTEMBRE

Riad nega il sostegno ad Al Qaeda

Chiesto a un giudice Usa di porre fine ai processi su un presunto coinvolgimento negli attacchi
Papa Francesco a Puerto Maldonado Photo © Vatican Media
PAPA IN PERÙ

"Non si normalizza la violenza contro le donne"

Il Pontefice a Puerto Maldonado: "L’oro può diventare un falso dio che pretende sacrifici umani"