VENERDÌ 30 GIUGNO 2017, 10:00, IN TERRIS

Migranti, forcing di Gentiloni: "Cambio di passo dell'Ue o blocco navale"

Il premier: "Sistema d'accoglienza messo a dura prova, chiediamo un contributo concreto". Macron frena: "Faremo la nostra parte solo sui richiedenti asilo"

DANIELE VICE
Migranti, forcing di Gentiloni:
Migranti, forcing di Gentiloni: "Cambio di passo dell'Ue o blocco navale"
"Siamo sotto pressione e chiediamo il contributo concreto dell'Europa". Paolo Gentiloni non gira troppo intorno al nocciolo del problema durante un incontro informale a Berlino con Angela Merkel, Emmanuel Macron, Theresa May e Mark Rutte e poi nella riunione preparatoria del G20. Ma se la cancelliera tedesca assicura sostegno, il presidente francese frena, ponendo una serie di distinguo. E allora il premier italiano va al punto: "Abbiamo internazionalizzato le operazioni di salvataggio ma l'accoglienza resta di un Paese solo". Perciò "ora chiediamo entro mercoledì un segnale tangibile di un cambio di passo o si passerà al blocco navale".

Parigi è pronta a fare "la sua parte - dice Macron - sui richiedenti asilo" ma frena sui migranti per motivi economici, che sono "l'80% di quelli che arrivano in Italia". E così, mentre difende la linea dura adottata a Ventimiglia, Macron mette a nudo resistenze diffuse nei Paesi Ue e difficoltà nel tradurre gli impegni in azioni concordate. "Aiuteremo l'Italia, ci sta a cuore", dice Merkel, prendendo la parola in risposta a una domanda non rivolta direttamente a lei. La cancelliera sottolinea il nodo Libia e rinvia al vertice di Tallin, che vedrà mercoledì riuniti i ministri dell'Interno dell'Ue, per "soluzioni concordate".

Il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk annuncia che porrà anche sul piatto del G20 la proposta di sanzioni per i trafficanti: il tema va affrontato, spiega, in sede Onu anche valutando una black list. "Concederemo ogni aiuto possibile all'Italia", afferma lo spagnolo Rajoy. Gentiloni elenca i fronti su cui il governo chiede di agire: "Discutere del ruolo delle ong, della missione Frontex, delle risorse per lavorare in Libia e negli altri paesi africani, di allargare i programmi di ricollocamento".

Al momento, spiegano fonti diplomatiche, il capitolo risorse è quello su cui è più facile ottenere risposte, viste le resistenze di numerosi paesi sui ricollocamenti. Ma all'Italia non basta più: "Il nostro sistema di accoglienza è a dura prova", avverte Gentiloni. Che sul tema può contare sul pieno sostegno del presidente Sergio Mattarella, che si sta spendendo molto anche nel rassicurare i partner internazionali sulla stabilità del Paese in un momento delicato come la fine della legislatura.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
EUROPA LEAGUE

Atalanta e Milan, cinquine per i sedicesimi

Orobici e milanesi, con un 5-1, passano il turno con una giornata di aniticipo. Pari della Lazio
Robinho
VIOLENZA SESSUALE

Robinho condannato a nove anni

L'attaccante dell'Atletico Mineiro, ex Milan, avrebbe praticato una violenza di gruppo nel 2013
Una foto d'archivio di Pietro Orlandi con il manifesto che ricorda la sorella Emanuela
GIALLO IRRISOLTO

Caso Orlandi, presentata denuncia in Vaticano

L'avvocato Sgrò: "Emersi nuovi dati, speriamo che la Gendarmeria indaghi"
Il premier Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan
ETÀ PENSIONABILE

Nel 2019, stop all'aumento a 67 anni per 14.600

Presentato l'emendamento del Governo: aumentano a 15 i lavori gravosi
Il Sostituto della Segreteria di Stato mons. Angelo Becciu
MALESIA

Inaugurata la Nunziatura "green"

Il sostituto mons. Becciu ricorda la libertà religiosa sancita dalla Costituzione
L'Ara San Juan (repertorio)
SOTTOMARINO DISPERSO

Esplosione a bordo dell'Ara San Juan

Chiarita la natura dell'anomalia acustica percepita prima dell'ultimo contatto
TRAGEDIA DEL RIGOPIANO

Altre 23 informazioni di garanzia per il disastro

A spedirle la Procura di Pescara: la valanga aveva provocato 29 vittime
Papa Francesco riceve in udienze le famiglie francescane in Vaticano
VATICANO

La peggiore delle mondanità secondo Bergoglio

Il Pontefice riceve in udienza il Primo e Terz’Ordine regolare francescano