LUNEDÌ 19 FEBBRAIO 2018, 21:25, IN TERRIS


ANNIVERSARIO

Mattarella: "Grazie a Sant'Egidio che lenisce ferite"

Il Presidente in visita alla Comunità per i 50 anni dalla fondazione

ANDREA ACALI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il Presidente Mattarella in visita alla Comunità di Sant'Egidio
Il Presidente Mattarella in visita alla Comunità di Sant'Egidio
"C

ome Presidente della Repubblica ritengo di grande importanza la pedagogia civile, l'impegno civile nel nostro Paese e nel mondo. Per questo stasera a S. Egidio va il mio grazie".

Con queste parole il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha concluso il suo discorso a braccio pronunciato davanti al "popolo" di S. Egidio durante la visita in occasione dei 50 anni della Comunità. Una visita iniziata qualche minuto prima delle 18 nella sede del movimento, dove Mattarella ha incontrato alcuni esponenti di quel "popolo'. Rasha con i tre figli, una famiglia giunta in Italia nel 2016 da un campo profughi palestinese alla periferia di Damasco grazie ai corridoi umanitari; Giovan Battista Minello, 79 anni, che ha raccontato al presidente come insieme ad altri volontari "grandi" insegna italiano agli immigrati al Tiburtino. E ancora alcuni ex senza tetto reinseriti nella società grazie alla Comunità, migranti che ora insegnano l'italiano e sono mediatori culturali per altri rifugiati, disabili che svolgono attività artistiche tanto da partecipare alla Biennale di Venezia e da esporre al Maxxi e quelli che lavorano alla Trattoria degli amici. Non è mancato, in via riservata, un breve colloquio con alcune vittime della tratta salvate dai volontari.

Nel suo breve saluto il fondatore della Comunità, Andrea Riccardi, ha ricordato che "S. Egidio è un mondo che ha in Italia e qui a Roma le sue radici" una "cultura di umanità che non è provincialismo ma apertura all'altro, all'Europa, al mondo". Cinquanta anni di storia che si sono trasformati da "passione religiosa a passione sociale e civile". Il presidente della Comunità, Marco Impagliazzo, nel suo discorso ha ricordato le tante iniziative di S. Egidio, a partire dalle scuole della pace, nate nelle borgate di Roma della fine degli anni 60. 

PHOTOGALLERY
Foto
Freccia
Freccia
Il Presidente Mattarella in visita alla Comunità di Sant´Egidio

Mattarella, che ha scherzato con "don Vincenzo, pardon mons. Vincenzo", ovvero l'arcivescovo Paglia, fin dai primi anni accanto alla Comunità, ha ricordato le grandi emarginazioni, le povertà che erano il "campo d'azione" degli inizi di S. Egidio tra "tanta gente che era estranea allo sviluppo" che interessava l'Italia in quegli anni. Periferie che sono cambiate, "quelle, non altre", perché "l'emarginazione non è scomparsa" e "l'impegno della Comunità è stato lungimirante perché, se "il nostro Paese è cambiato, i poveri non sono venuti meno"

Per il Capo dello Stato la Comunità "lenendo le ferite per operare concretamente ha attraversato il tempo, curando varie forme di povertà ed emarginazione ma ha anche superato lo spazio e i luoghi perché è andata incontro alla sofferenza e alla povertà anche lontano, alla sofferenza mondiale. La Comunità ha superato i confini sempre curando debolezza e emarginazione". Nonostante non gli piaccia usare termini di origine straniere, come ha ammesso lui stesso, Mattarella ha definito S. Egidio "glocal", "con la sua attitudine ad occuparsi contemporaneamente della dimensione locale e generale. Questo consente speranza nel mondo: non c'è separazione nel rimedio alla povertà e ai diritti alla libertà: o tutti o nessuno. Questa è la dimensione importante". "Ci sono poveri - ha aggiunto - per tante ragioni: sopravvivenza, mezzi, malattia, isolamento, abbandono e emarginazione sociale. Vi è una quantità di povertà diverse da affrontare e questa Comunità ha accompagnato il Paese intervenendo attivamente".

"Il mondo e il nostro Paese hanno bisogno di solidarietà, di ritrovarsi, di trovare i vincoli che tengono insieme e non quelli che separano e fanno guardare con ostilità" ha aggiunto il Presidente, prima di ricordare l'impegno per la pace di S. Egidio: "La comprensione tra popoli e tra religioni è un tema fondamentale - ha affermato - e insieme alla pace l'impegno contro la pena di morte" ha fatto acquisire alla Comunità "credibilità e autorevolezza" con gli accordi per la fine della guerra civile in Mozambico che rappresenta "la punta dell'iceberg di un'attività ampia e diffusa".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Stefano Cucchi
INCHIESTA

Caso Cucchi, 8 carabinieri a processo per depistaggio

Il Gup ha fissato per il prossimo 12 novembre la prima udienza
Paolo Borsellino
ANTIMAFIA

Borsellino, l'audio inedito: "Libero di essere ucciso la sera"

Desecretati file fino al 2001. L'amarezza del magistrato alla vigilia del maxi-processo: "Auto blindata solo la...
Il Palazzo del Viminale
CENSIMENTO

Dal Viminale la circolare sugli insediamenti rom

Pubblicato il testo mandato ai prefetti, fra due settimane il vertice sulla situazione
Il Teatro Marcello
ROMA

Riapre il percorso pedonale del Teatro di Marcello

L'intervento di messa in sicurezza è stato promosso da Roma Capitale
PIEMONTE

Torino, sequestrati 2,6 milioni di giocattoli pericolosi

L'indagine ha evitato l'ingresso nel mercato dei beni dannosi per i bambini
ESCLUSIVA

Salvini: "Sradicheremo i clan e la mentalità mafiosa"

Il Ministro dell'Interno risponde con una lettera a In Terris all'appello di Borrometi sul caso Vittoria e assicura:...
Martello
COCCAGLIO | BRESCIA

Tenta di uccidere a martellate moglie e figlia

L'uomo, un 59enne, è stato bloccato e arrestato dai Carabinieri
Ponte Morandi a Genova
GENOVA

Ponte Morandi: "Problemi di sicurezza già da 10 anni"

Lo rivela il rapporto commissionato da Atlantia riportato dal "Financial Times"
Anziano in cerca di cibo tra i rifiuti
NUOVE POVERTÀ

Coldiretti: "Anche in Italia si soffre la fame"

"Quasi 3 milioni di persone costrette a chiedere aiuto per il cibo da mangiare"
Tempio indonesiano
INDONESIA

Terremoto a Bali: danni al tempio indù

Non è stato diramato alcun allarme tsunami
Truffa online
CREMONA

Migliaia di truffati online: 4 arresti

Le fiamme gialle hanno sequestrato beni per 1,5 milioni di euro
Il santuario di Fonti
BASILICATA

Passeggiata e concerto mariano nel pellegrinaggio a Fonti

Evento organizzato dall'arcidiocesi Matera-Irsina per il prossimo 20 luglio