MERCOLEDÌ 17 GIUGNO 2015, 18:25, IN TERRIS

MAFIA CAPITALE, ORFINI: "SU MARINO POSSONO DECIDERE SOLO I ROMANI"

Il presidente del Pd: "Renzi ci ha dato uno stimolo, una sfida raccogliere". Grillo: "Il Sindaco è un morto che cammina"

LUCA LA MANTIA
MAFIA CAPITALE, ORFINI:
MAFIA CAPITALE, ORFINI: "SU MARINO POSSONO DECIDERE SOLO I ROMANI"
Ignazio Marino non si tocca, Renzi o non Renzi. Matteo Orfini è stato chiarissimo nel ribadire la fiducia del Pd all'attuale Sindaco, sul quale continuano ad addensarsi nubi per lo scandalo Mafia Capitale che ha coinvolto pezzi importanti della sua amministrazione e del partito di maggioranza consiliare. Il presidente dem ha ribadito che il sindaco ha una "legittimazione" popolare e che quindi le parole di Renzi ("fossi in lui non starei tranquillo" aveva detto il premier) sono "uno stimolo", una sfida da raccogliere.

"La fonte di legittimazione di Ignazio Marino - ha sottolineato - sono i cittadini romani, non resta al suo posto o se ne va perché lo decide Matteo Orfini o il presidente del consiglio, Marino ha vinto le elezioni ed è stato eletto per governare. Il problema non si risolve a battute, le parole dette dal presidente del consiglio sono evidentemente più articolate. Penso che Roma debba accettare la sfida che Renzi lancia, nel momento in cui si chiude mafia capitale bisogna rilanciare l'azione amministrativa". Il senso del messaggio inviato dal capo del governo sarebbe "Marino dicci se te la senti". Orfini si è anche detto certo che il prefetto di Roma Franco Gabrielli non commissarierà Roma Capitale. "Dirà che non c'è bisogno dello scioglimento, noi siamo consapevoli della necessità di un salto di qualità dell'azione amministrativa". Marino stesso, ha spiegato, "è perfettamente consapevole che bisogna fare di più".

Non la pensa così Beppe Grillo che la primo cittadino della Capitale ha dedicato un post sarcastico sul suo blog dal titolo "Dead man walking". "Roma è governata da uno zombie - ha esordito il leader del M5S - è un morto che cammina. La sentenza di condanna è stata proclamata dallo studio di Porta a Porta e non ammette appello. Il sindaco, oltre che dai cittadini riuniti al Campidoglio lunedì, è stato scaricato dal suo stesso partito, ma fa finta di niente, tanto a rimetterci sono i cittadini di Roma che pagano le tasse che finiscono nelle casse delle cooperative, dei Buzzi, della mafia, mentre vedono la loro città affogare nel degrado".

Grillo si è detto certo che Pd voglia "sbarazzarsi di Marino per frenare l'emorragia di voti, ma non vuole perdere il controllo sulla città per evitare che si apra il vaso di Pandora delle cooperative e dei legami con il Pd romano, quindi non vuole che i cittadini si esprimano con il voto: premierebbero gli onesti e la pacchia finirebbe. Ma la città è nel caos istituzionale e amministrativo e non si può più tergiversare. I servizi non sono più garantiti, Roma è sommersa dalla spazzatura e i topi banchettano con i rifiuti da Castel Sant'Angelo a Prati, a due passi da San Pietro Il degrado è palpabile, lo vedi, lo senti". L'ex comico descrive in modo impietoso il degrado della Città Eterna: "Le richieste di risarcimento per i danni subiti dai veicoli a causa di buche e voragini costano alle casse comunali 20 milioni di euro l'anno. I romani sono in balia delle opportunità politiche del Pd e degli interessi economici della mafia. A volte coincidono".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel