MARTEDÌ 19 FEBBRAIO 2019, 18:40, IN TERRIS


CASO DICIOTTI

La Giunta immunità del Senato dice no al processo a Salvini

Il ministro: "Avrei accettato qualunque risposta"

REDAZIONE
L

a Giunta per le immunità del Senato ha deciso di rispondere negativamente alla richiesta del Tribunale dei ministri di Catania di poter processare il ministro dell'Interno Matteo Salvini con l'accusa di "sequestro di persona aggravato" per non aver fatto sbarcare per 5 giorni 177 migranti dalla nave Diciotti. I voti a favore della proposta del presidente della Giunta, Maurizio Gasparri, di dire no all'autorizzazione sono stati 16, 6 i contrari. "Sono molto soddisfatto del voto della giunta - ha detto Gasparri lasciando la seduta - I 5S hanno voluto leggere ilmio testo". Il dossier passerà adesso all'esame dell'Aula di Palazzo Madama, che entro il 24 marzo dovrà ratificare o contraddire la proposta votata oggi. 


Le dichiarazioni di Salvini

"Per me prima viene la difesa dei confini e la sicurezza della mia gente quindi lavoravo tranquillo e lavoro tranquillo oggi. I senatori hanno fatto e faranno le loro scelte. Avrei accettato qualunque risposta, consapevole del fatto che quello che sto e stiamo facendo lo facciamo per il bene del nostro Paese. Quindi ero e sono pronto a qualsiasi tipo di giudizio". E' quanto ha detto, in riferimento alla decisione della Giunta del Senato sul caso Diciotti, il ministro dell'Interno Matteo Salvini, parlando da Bari. "Siamo una squadra - ha aggiunto - Al governo c'è una squadra, non ci sono dei singoli, quindi ringrazio per la fiducia alla squadra". 


Grasso: "Pericoloso precedente"

"Il voto di oggi è un pericoloso precedente: se si giustifica qualsiasi atto politico si dà la possiblità a un governo di togliere la libertà personale dei cittadini. Mi sorprende che un 41% degli elettori 5S non abbia rappresentanza in Parlamento". E' quanto affermato dal senatore di Liberi e Uguali Pietro Grasso al termine della seduta della Giunta per le immunità. 


Gallo: "Il 41% iscritti M5S chiede cambio di passo"

"Non liquiderei così facilmente questa votazione. Il 41% degli iscritti al M5S chiede ai vertici un cambio di passo e il ritorno ai principi del M5S. Il 41% è un numero enorme. C'è qualcuno che dice che il 41% deve andarsene, qualcun altro vuole etichettare il 41% come dissidenza. Io so invece che il 41% è pronto a mobilitarsi e vuole chiedere conto della direzione di questo governo, vuole più coerenza", ha scritto in un post su Facebook il presidente della Commissione Cultura della Camera, Luigi Gallo, in riferimento alla decisione presa dalla Giunta presieduta da Gasparri. 


Le proteste del Pd

I senatori del Partito democratico hanno duramente contestato Mario Michele Giarrusso, esponente del Movimento 5 stelle, al termine della seduta della Giunta delle Immunità che ha respinto l'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini presentata dal Tribunale dei ministri di Catania. "Onestà onestà onestà'', hanno gridato gli esponenti dem ai quali il senatore 5s si è rivolto facendo il gesto delle manette e ai cronisti che gli chiedevano di replicare alla protesta ha risposto: "Sono quelli che hanno i parenti arrestati". "Il Movimento è compatto - ha agiunto Giarrusso - E' una grande festa della democrazia".

 

 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Migranti
LIBIA

Msf: "Emergenza malnutrizione nei centri per migranti"

Un pasto ogni 2-3 giorni: "La Libia non è un porto sicuro"
Lavorazione industriale del cuoio
LOCRI

Scoperta evasione fiscale da 10 mln di euro

Denunciati i legali rappresentanti di due società operanti nella concia del cuoio
Spaccio di droga
NAPOLI

Traffico di droga ed estorsioni, 11 arresti

I destinatari dei provvedimenti sono residenti tra Frattamaggiore e Frattaminore
Sergio Mattarella
QUIRINALE

Via della Seta: Mattarella dice sì

Il capo dello Stato: "Accordo importante anche sul piano culturale". Ma invita anche a tutelare la sicurezza
Il bus incendiato a San Donato
L'ATTACCO

Bus incendiato: studenti ancora sotto choc

Buona parte degli alunni coinvolti non tornerà a scuola oggi. Sy sotto stretta sorveglianza
Auto di lusso
PORDENONE

Maxi truffa su auto di lusso: 835 persone raggirate

Decine di indagati. Eseguiti anche ingenti sequestri di immobili e valori in tutt'Italia
Tribunale

Chi ha buone orecchie intenda

La vicenda triste del capogruppo dei M5stelle al Comune di Roma insegna a tutti, ancora una volta, che non basta...
Il bus arso dal rogo e l'autista
SAN DONATO MILANESE

Autista da fuoco al bus, il pm: "Azione premeditata"

Il 47enne che ha minacciato 51 bambini ascoltato dagli inquirenti: "Il caso Mare Jonio la causa scatenante"