MARTEDÌ 03 APRILE 2018, 00:01, IN TERRIS

Il premier di sintesi

Domani con le consultazioni al Quirinale comincia la difficile partita per il Governo

ENRICO PAOLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Dall'alto, in senso orario: Mattarella, Salvini, Berlusconi e Di Maio. Al centro, la sala del Consiglio dei ministri
Dall'alto, in senso orario: Mattarella, Salvini, Berlusconi e Di Maio. Al centro, la sala del Consiglio dei ministri
P

otremmo ribattezzarla la democrazia dei trolley. Perché avere la consapevolezza del fatto che il nostro è un parlamento a orario, non di cottimisti, categoria alta e nobile ma di vere gettoniere, non  è rassicurante. Vederli partire il giovedì, deputati e senatori, per rivederli tornare il lunedi pomeriggio, anche quando servirebbero sedute fiume, toglie un po’ di senso alla rappresentazione della democrazia rappresentativa. Il loro darsi da fare per eleggere i presidenti di Camera e Senato, il loro affaccendarsi nel trovare la quadra sui vice e sui questori dà la sensazione di quale sia il peso specifico di deputati e senatori, preoccupati solo dei loro giochi di potere. Il danno provocato dal  mancato cambio della costituzione con la riforma del Senato, in questi frangenti, appare evidente in tutta la sua drammaticità. Troppi eletti per fare troppo poco. Tanto a decidere sono solo una ristretta pattuglia di big.

Soprattutto ora che la fase è quella delle consultazioni (si comincia domani mattina con i presidenti delle Camere e si conclude giovdì pomeriggio con i 5 Stelle), passaggio dal quale dipende la nascita del governo. E se nessuno discute il ruolo del Quirinale, mai come ora faro della democrazia e perno stabile del dettato costituzionale, ciò su cui aleggiano dubbi è sul come i nuovi leader stanno interpretando il loro ruolo. Salvini e Di Maio saliranno al Colle con le idee chiare oppure porteranno con sé solo vaghe stelle dell’orsa sulle quali volteggia l’ombra di Silvio Berlusconi? E lo stesso cavaliere ha, o avrà uno schema da seguire, in modo da offrirlo a Mattarella? Molti dubbi, poche certezze. Molti dubbi alimentati dai contatti intercorsi fra gli emissari dei due schieramenti in campo nel corso delle festività pasquali dove le armi non sono state deposte ma affilate nella convinzione che lo scontro arriverà. E non sarà facile per nessuno. Anche nel caso in cui dovessimo ritrovarci con un governo eterogeneo composto da grillini e leghisti con il sostegno del resto del centro destra.

Appare difficile un asse fra 5 stelle e Pd. Sinché Renzi potrà determinare il gioco da giocare, le carte in tavola saranno coperte. Dato lo schema, toccherà a Mattarella trovare la quadra. E non sarà affatto facile, soprattutto se non emergerà una chiara convergenza su  un nome terzo da parte degli attori protagonisti. Il premier di sintesi insomma è l’unica soluzione possibile. Il nome più gettonato sembra essere quello di Cottarelli, ben visto da Lega e 5 Stelle e non sgradito da Berlusconi. Al Pd potrebbe anche andar giù ma visto che l’opposizione piace a Renzi, ma non a Franceschini, lo schema potrebbe anche funzionare. Cottarelli, del resto, porta in dote anche la benevolenza dell’Unione Europea e questo è estremamente utile nel momento in cui Palazzo Chigi dovesse metter mano a pensioni, tasse e redditi vari, declinati in salsa grillina.

Chi sarà a fare il suo nome Colle? Seguendo le traiettorie ardite dei pentastellati non possono essere che loro. Del resto le consultazioni al Quirinale servono proprio a questo, a mettere ordine in quello che sembra un apparente disordine. Dal canto suo il capo dello Stato mira a dare stabilità al Paese, volendo rassicurare i mercati e le altre cancellerie del vecchio continente. Perché se da questo giro di valzer non dovesse uscire un quadro chiaro ma solo un’immagine seppiata dai contorni sfrangiati il ritorno alle urne appare l’unica strada. Magari dopo aver cambiato la legge elettorale. E per farlo basta un governo del presidente, vero convitato di pietra dell’intero ragionamento. Alla faccia della democrazia dei trolley e della rincorsa al vitalizio. Pardon, pensione…

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
I vescovi in Kenya durante una celebrazione press il santuario mariano di Subukia, ottobre 2019 - Foto © ACI Africa
CHIESA IN USCITA

Kenya, i vescovi dicono basta alla corruzione

L'appello di purificazione dall'illegalità nella Quaresima. Il problema? Il tribalismo
L'autosalone di Ginevra
CORONAVIRUS

Annullato il Salone dell'Auto di Ginevra

Primo caso in Lituania: è una donna tornata da Verona il 24 febbraio scorso
Sun Yang
NUOTO

Doping, il Tas stanga Sun Yang: 8 anni di squalifica

Il nuotatore cinese, campione olimpico in carica nei 400 stile libero, avrebbe distrutto la provetta di un controllo antidoping
SPAZIO

La stella Betelgeuse brilla di nuovo

Dal 2019 è impallidita perdendo circa il 36% della sua luminosità
Un bambino siriano approdato sull'isola di Lesbo - Foto © Giorgos Moutafis per Reuters
EMERGENZA UMANITARIA

Nei campi profughi i bambini siriani muoiono di freddo

Un dramma senza precedenti. Polemiche sul silenzio internazionale
ECONOMIA

Ecco l'effetto del coronavirus sulle Borse

Lo spread tra Btp e Bund ha toccato un picco di 182,7 punti base per poi ripiegare a 176 punti.
Lavoratori stranieri
RAPPORTO CNA 2019

In Italia 600mila imprese condotte da lavoratori immigrati

Sono un decimo di tutte le aziende registrate presso le Camere di Commercio nazionali
TRASPORTO AEREO

Alitalia, cigs per 3.960 dipendenti: pesa anche epidemia coronavirus

La compagnia nelle scorse ore è stata informata che su due voli del 17 febbraio ha viaggiato un passeggero con patologia...
UAE Tour
EMIRATI ARABI

Cancellate due tappe di ciclismo: 2 italiani positivi al virus

Primo contagio in Nigeria: è italiano. Primo caso in Olanda: è stato in Italia. Hyundai chiude in Corea del Sud
La Finanza sul luogo del blitz
L'AQUILA

Avezzano, maxi operazione antidroga: 10 arresti

Impegnati oltre 100 finanzieri: perquisiti 12 locali e sequestrate varie autovetture
Jeanine Áñez
FONDAZIONE JUBILEO

Bolivia: "Elezioni libere, pulite e trasparenti"

"Tu voto cuenta": la campagna in vista delle presidenziali post Maduro del 3 maggio
Carabinieri
MESSINA

Colpo al clan dei Barcellonesi: 59 arresti

Il clan imponeva estorsioni in tutta la provincia ma nessuno ha mai denunciato
Mezzi militari turchi
MEDIO ORIENTE

Siria, soldati turchi massacrati in un raid

Escalation in corso nel Paese: almeno 29 militari di Ankara uccisi da una serie di attacchi delle forze di Assad
Coronavirus

Gli effetti collaterali (politici) del coronavirus

Il Governo ha affrontato l’emergenza del Coronavirus venendo da un periodo abbastanza turbolento di polemiche...
Mascherina
L'EPIDEMIA VISTA DAI BAMBINI

"Dobbiamo mettere quelle buffe mascherine?"

Il racconto di un'allieva della prima media: "Sono preoccupata soprattutto per i mei nonni"

Coronavirus: cos'è, le cure disponibili e il vaccino

Mentre il coronavirus SARS-CoV2 annuncia la fine del mondo e degli eventi che la preparano, le istituzioni Italiane...